Imperia, porta a porta: caos carrellati, il Comune corre ai ripari stampando mille volantini / I dettagli

Attualità Imperia

Il Comune affronta il problema dei bidoni utilizzati per il ritiro dei rifiuti, nell’ambito del servizio di raccolta porta a porta, che, in orario non corretto, occupano il suolo pubblico.

Stampati mille adesivi da apporre sui carrellati posizionati sul suolo pubblico senza autorizzazione. È il materiale di cui si è dotato il Comune per affrontare il problema dei bidoni, utilizzati per il ritiro dei rifiuti, nell’ambito del servizio di raccolta porta a porta, che, in orario non corretto, occupano il suolo pubblico.

Carrellati su suolo pubblico: il Comune corre ai ripari

Da quando è entrato in vigore il nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta nel Comune di Imperia, lo scorso febbraio, oltre ai disservizi, più volte segnalati dai cittadini, l’amministrazione e la Teknoservice (la ditta che si occupa della gestione del servizio) hanno dovuto affrontare diversi problemi, spesso dovuti a naturali difficoltà per un cambiamento così radicale per la popolazione.

In particolare, una delle criticità è il posizionamento dei bidoni utilizzati per il ritiro. Nel dettaglio, in diversi casi, i carrellati (i bidoni più grandi) rimangono sul suolo pubblico anche fuori dall‘orario per il ritiro (indicativamente tra le 20 e le 9 del mattino seguente). Questo, da una parte, accade a causa degli orari del ritiro che, per carenza di organico e difficoltà nell’organizzazione, subiscono spesso delle oscillazioni imprevedibili, dall’altra, per la difficoltà degli utenti ad abituarsi al nuovo servizio.

“Per arginare il problema – spiega l’assessore all’Ambiente Laura Gandolfoabbiamo deciso di dotarci di adesivi da apporre sopra i carrellati non autorizzati su suolo pubblico, che riportano il numero di telefono da contattare per avere informazioni in merito. Ne abbiamo stampati una notevole quantità (1.000 a un costo di 378 euro), per una questione di economia.

Questo non comporta sanzioni, perché comprendiamo che ci voglia tempo per dare la possibilità alle persone di abituarsi e capire come comportarsi, ma è un modo per farci contattare e risolvere le criticità volta per volta. Un modo per raggiungere tutti singolarmente.

Siamo coscienti che ci sono ancora dei disservizi, che può succedere che i ritiri subiscano degli slittamenti. Solitamente, però, i centri di Oneglia e Porto Maurizio, già prima delle 8 del mattino, sono puliti e i contenitori svuotati, quindi i mastelli vanno ritirati in casa e i carrellati spostati dal suolo pubblico il prima possibile. Ne va del decoro e della pulizia della città.

Tranquillizziamo i cittadini dicendo che le uniche sanzioni riguardano i comportamenti deliberatamente messi in atto contro l’ambiente e la comunità, ovvero gli abbandoni dei rifiuti. Siamo già attivi in questo senso. Pian piano risolveremo tutte le criticità”.

Segui Imperiapost anche su: