Processo voto di scambio “light” a Diano Marina: il reato è prescritto ma Chiappori e Manitta vanno avanti/i dettagli

Giudiziaria Imperia

Nonostante l’avvenuta prescrizione del reato, i due imputati, dinanzi al giudice monocratico Antonio Romano, hanno chiesto di sostenere il giudizio di merito.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Si chiude con la prescrizione del reato contestato il processo per voto di scambio “light” che vede imputati il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori,  il suo vice Cristiano Za Garibaldi, l’ex assessore allo sport Francesco Bregolin, l’amministratore unico della G.M. S.p.A. Domenico Surace, Giovanni Surace (padre di Domenico, ndr) e Giovanni Sciglitano (commerciante ambulante), per episodi contestati nell’ambit delle elezioni amministrative di Diano Marina del 2011.

Voto di scambio light: Chiappori e Manitta rinunciano a prescrizione del reato

Tutti gli imputati hanno aderito alla prescrizione tranne il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori e l’ex assessore Bruno Manitta (oggi consigliere comunale).

Nonostante l’avvenuta prescrizione del reato, i due imputati, dinanzi al giudice monocratico Antonio Romano, hanno chiesto di sostenere il giudizio di merito.

Il processo per Chiappori e Manitta è fissato al prossimo 30 gennaio.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!