Diano Marina: Comune vuole salvare Rivieracqua. “Si a costituzione in proceduta pre-fallimentare”

Golfo Dianese Politica

La decisione di costituirsi nella procedura pre-fallimentare di Rivieracqua è stata formalizzata dalla Giunta Comunale lo scorso 31 gennaio.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Il Comune di Diano Marina scende in campo al fianco di Rivieracqua per scongiurare il fallimento della società incaricata della gestione del servizio idrico integrato nel comprensorio dianese.

Diano Marina: Comune si costituisce in procedura pre-fallimentare Rivieracqua

La decisione di costituirsi nella procedura pre-fallimentare di Rivieracqua, portando difese utili alla società consortile, per scongiurarne il crack finanziario, è stata formalizzata dalla Giunta Comunale lo scorso 31 gennaio.

Il motivo? Il Comune di Diano Marina vanta un credito, nei confronti di Rivieracqua, pari a oltre 2 milioni e 100 mila euro (2.130.311,76). Un eventuale fallimento della società, dunque, renderebbe inesigibile, o comunque difficilmente recuperabile, il credito per l’ente della città degli aranci “con grave danno all’erario e possibile responsabilità contabile dell’Amministrazione”.

Il Comune di Diano Marina ha affidato la propria tutela legale agli avvocati Anna Russo e Massimo dalla Libera.

Rivieracqua rischia il default, lo ricordiamo, dopo l’istanza di fallimento depositata da Amat, società incaricata del servizio idrico presso il comune di Imperia, per un credito di circa 2 milioni e 600 mila euro.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!