Imperia: morte Sebastian Camagni, 6 marzo via a operazioni peritali per dinamica incidente

Giudiziaria Imperia

Prenderanno il via il prossimo 6 marzo le operazioni peritali nell’ambito dell’inchiesta sul tragico incidente di Pontedassio nel quale ha perso la vita il 19enne Sebastian Camagni.

Imperia: inchiesta morte Sebastian Camagni, al via operazioni peritali

La Procura di Imperia, l’inchiesta è coordinata dal Pm Maria Paola Marrali e affidata ai Carabinieri, ha nominato quale perito l’ing. Marco Sartini di Genova, cui spetterà il compito di fornire una ricostruzione cinematica dell’incidente costato la vita al giovane Sebastian Camagni.

Le operazioni si svolgeranno prima sull’auto incidentata, sotto sequestro presso una locale officina, poi sul luogo del sinistro, a Pontedassio.

Obiettivo ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente per capire quando, come e perché il conducente dell’auto, un 19enne imperiese, M.V., indagato per omicidio stradale e difeso dall’avvocato Fabio Folpini, abbia perso il controllo del mezzo. Il giovane, lo ricordiamo, subito dopo il sinistro, è risultato positivo al test alcolemico, con un tasso pari a 1.40. Essendo neopatentato avrebbe dovuto essere pari a 0

Nel frattempo, nell’ambito dell’inchiesta è emerso che sull’auto, al momento dell’incidente, erano presenti cinque persone e non tre. Oltre alle tre identificate, la vittima Camagni, il conducente, indagato un omicidio stradale, e un altro amico, sempre di 19 anni, a bordo altri due giovani che si sarebbero dileguati subito dopo il sinistro e ora in fase di identificazioni da parte degli organi inquirenti.