Imperia: uccise a coltellate medico Palumbo, 30 anni di carcere per Vincenzo Mercurio/La sentenza

Cronaca Giudiziaria Imperia

Vincenzo Mercurio, 54 anni, ex commerciante ambulante di Ventimiglia, è stato condannato per l’omicidio del medico legale Giovanni Palumbo. Questa la sentenza pronunciata nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 6 marzo, dal Gup Massimiliano Botti in sede di rito abbreviato.

Imperia: omicidio Palumbo, 30 anni di carcere per Vincenzo Mercurio

Mercurio, accusato di omicidio volontario premeditato, aggravato dalla crudeltà, dichiarato pienamente capace di intendere e di volere, il 27 settembre del 2018 uccise, nel suo studio, a coltellate, il medico legale Giovanni Palumbo.

Difeso dagli avvocati Alfredo Biondi e Enrico Nan del foro di Genova, Mercurio, che in sede di udienza preliminare si era scusato con la famiglia di Palumbo, esprimendo parole di pentimento e di perdono, lamentava episodi di malasanità nei suoi confronti. In particolare la perdita quasi totale della vista lo avrebbe portato a uno stato emotivo tale da scatenare la furia omicida contro Palumbo. Episodio, quest’ultimo, che Mercurio ha dichiarato di non ricordare (“ero andato solo per parlare, poi non ricordo cosa sia successo”).

Tesi della difesa non accolte dal giudice che ha invece riconosciuto la premeditazione e l’aggravante della crudeltà.

Per quanto concerne il risarcimento danni alle parti civili, rappresentate dall’avvocato Marco Bosio – il giudice ha disposto 800 mila euro ciascuno ai figli e 500 mila euro alla moglie. Disposto anche un risarcimento pari a 30 mila euro all’Ordine dei Medici. 
“C’è soddisfazione – dichiara Bosio a ImperiaPost – In memoria del dott. Palumbo. Per il suo nome, per la sua figura, nella sanità locale e nell’ambiente locale, per la famiglia, colpita duramente. Quello del dott. Palumbo è un vuoto che non si potrà mai colmare, ma giustizia è stata fatta”.