Imperia: riqualificazione Parco Urbano, a fine agosto al via i lavori. “Dureranno 196 giorni”/Ecco come cambierà

Attualità Imperia

Il progetto prevede un ampio prato centrale, una fascia collinare di ulivi, due “stanze verdi” tematiche, una parete fiorita verticale sul depuratore e un labirinto di forma geometrica all’ingresso

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

È stata firmata questa mattina a Palazzo Civico la consegna dei lavori di riqualificazione del Parco Urbano. L’intervento, per un totale di 1 milione e 700 mila euro, finanziato attraverso le risorse del Bando Periferie, interesserà l’area compresa tra il depuratore e i cantieri navali e rappresenta il primo step del più ampio progetto denominato “Parco dell’Energia”, da realizzarsi attraverso un partenariato pubblico-privato, per la completa riqualificazione dell’area.

A realizzare gli interventi sarà l’azienda ELCAL Srl, che si è aggiudicata la gara con un ribasso del 27,22%. La direzione dei lavori è affidata all’architetto Gian Marco Schivo, che ha curato anche la progettazione. Il cantiere sarà allestito alla fine di agosto. I tempi previsti da contratto per la conclusione dell’opera sono di 196 giorni consecutivi.

Attraverso il ribasso sarà ampliata l’area d’intervento, ricomprendendo anche tutta la punta alberata verso mare, che sarà completamente riqualificata.

Il progetto prevede un ampio prato centrale, una fascia collinare di ulivi, due “stanze verdi” tematiche, una parete fiorita verticale sul depuratore e un labirinto di forma geometrica all’ingresso. Nel dettaglio:

Il grande prato

Pensato per non perdere la percezione della dimensione cospicua dell’area, l’ampio prato centrale libero da alberature permetterà, oltre all’uso quotidiano, di ospitare manifestazioni ed eventi culturali all’aperto, con una capienza stimata di 1.500 posti a sedere. La scelta delle essenze per la piantumazione del prato ha privilegiato varietà rustiche molto resistenti per ridurre al minimo gli interventi di manutenzione necessari.

La parete verde verticale

Invece di “nascondere” il depuratore, il progetto prevede di esaltarne la struttura attraverso la realizzazione di una parete verde fiorita di fronte alla quale riposare lo sguardo. Le essenze sono state scelte per ricreare l’effetto di un tramonto ispirato agli acquarelli realizzati in Italia da William Turner a inizio Ottocento.

Il labirinto

Il punto di ingresso principale di questa area rinnovata sarà posto frontalmente rispetto alla parete verde e permetterà di accedere al prato centrale attraverso un labirinto di forma geometrica che nasconderà alla vista la dimensione del prato lasciando spazio all’effetto sorpresa.

Le colline e le “stanze verdi”

Il prato centrale sarà delimitato a Nord da due colline di ulivi, che serviranno a mitigare l’impatto visivo della zona adibita a parcheggio, e a Sud da due “stanze verdi”, aree arredate immerse nella natura da dedicare alla lettura e al relax.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!