Coronavirus, Imperia: scuola, finestre aperte e coperte in classe. “Troppo freddo, mia figlia ora è a casa malata”/Il caso

Attualità Imperia

Il Sindaco di Imperia nelle scorse ora ha emesso un’ordinanza che anticipa l’accensione dei riscaldamenti, una soluzione che però non è detto che risolva completamente il problema, in quanto con le finestre aperte la dispersione del calore è rapida.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

A scuola con coperte e felpe di pile. È quello che accade negli istituti imperiesi, come in molte altre città, per via delle finestre delle classi lasciate aperte per contrastare le diffusione del Coronavirus.

Il Sindaco di Imperia nelle scorse ora ha emesso un’ordinanza che anticipa l’accensione dei riscaldamenti, una soluzione che però non è detto che risolva completamente il problema, in quanto con le finestre aperte la dispersione del calore è rapida. In alcuni istituti, inoltre, il riscaldamento risulta ancora spento.

Imperia: scuola, finestre aperte per il Covid, studenti con coperte e pile

“Sono rappresentante di classe dell’asilo di viale Europa spiega una mamma a ImperiaPost – mia figlia, 5 anni, è a casa malata. Venerdì scorso ho chiamato in Comune per far presente la situazione nelle scuole e del freddo che patiscono i nostri figli per via delle finestre aperte e dei termosifoni spenti. La scuola non ha ancora avuto la disponibilità dell’accensione. Mia figlia mi aveva anche chiesto una felpa in più oltre a quella che indossava già, e così gliene ho messa una di pile. Purtroppo nonostante tutto deve aver preso un colpo di freddo”.

Lo stesso problema si verifica in molte altre scuole imperiesi e gli studenti più grandi si sono armati di coperte per far fronte al freddo nelle aule.

“Ieri mattina prime due ore di motoria poi in classe con le finestre aperte – scrive una mamma – Stamattina a casa con mal di gola e raffreddore”. 

“Mia figlia – scrive un altro genitore – si è portata un plaid”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!