Alassio: dopo 18 mesi di sospensione, Marco Melgrati torna a indossare la fascia da sindaco

Alassio e Andora Attualità

Melgrati: “Mi fa piacere essere tornato al mio posto. Voglio ringraziare tutta la maggioranza e gli amministratori che hanno retto questo momento particolarmente difficile. Ma prima di tutti l’amico Angelo”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Marco Melgrati da oggi, martedì 1 dicembre, è di nuovo il sindaco di Alassio a tutti gli effetti. È terminato infatti il periodo di sospensione di 18 mesi comminatogli a seguito della condanna riportata in primo grado nel processo per le cosiddette spese pazze della Regione. Nel corso della sospensione, a reggere le sorti di palazzo civico è stato il vicesindaco Angelo Galtieri.

Melgrati: “Verrà dimostrata la mia innocenza e l’incostituzionalità di una norma che ha privato la città di Alassio della sua guida regolarmente eletta dai cittadini”

Sottolinea Marco Melgrati: “Ho piena fiducia nella Giustizia. Altri casi, analoghi al mio, in Cassazione hanno visto completamente ribaltato l’impianto dei primi gradi di giudizio. Sono certo verrà dimostrata la mia innocenza e l’incostituzionalità di una norma che ha privato la città di Alassio della sua guida, regolarmente eletta dai cittadini e lo ha fatto in un momento di grande crisi. Non mi stancherò mai di ribadirlo: sarei stato davvero uno sciocco se mi fossi appropriato delle somme che mi sono state contestate. Sono convinto che uscirò pulito da questo processo perché non ho fatto nulla di male”.

Conclude Melgrati: “Mi fa piacere essere tornato al mio posto. Voglio ringraziare tutta la maggioranza e gli amministratori che hanno retto questo momento particolarmente difficile. Ma prima di tutti l’amico Angelo, che si è trovato a dover assumersi una responsabilità e un carico a cui non avrebbe mai pensato. È vero che si era candidato due volte alla carica di sindaco, ma non sapeva davvero cosa lo aspettava. Fare il sindaco, e me lo insegna Canepa e chi ha fatto sindaco prima di me, è lavoro pesante, oneroso. Tutti i cittadini si rivolgono al sindaco per trovare soluzioni ai propri problemi e non sempre è possibile trovare soluzioni. È molto difficile dire dei no, ma, a volte, purtroppo, lo si deve fare per il rispetto delle regole e delle istituzioni. Tante opere sono partite e tante già concluse. Questa Amministrazione sarà ricordata tra le più prolifiche degli ultimi 50 anni, nonostante io abbia ricoperto questo ruolo già due volte. Questa volta ho con me una squadra di grandissimo livello, con assessori e consiglieri che si impegnano ogni giorno per svolgere il proprio ruolo nel migliore dei modi e li ringrazio infinitamente”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!