Imperia: “L’Ospedale unico si farà”. L’annuncio del Presidente Toti. “Prima pietra entro fine mandato”

Attualità Imperia

L’Ospedale unico, a Taggia, si farà. Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso dell’incontro tenutosi questo pomeriggio, in Comune, a Imperia, con il Sindaco Claudio Scajola.

Una presa di posizione, che conferma gli intenti della Regione, destinata a fare discutere, viste le tante perplessità che ha suscitato l’opera, soprattutto tra la cittadinanza e i movimenti politici della sinistra radicale, con raccolte firme e proteste.

Imperia: Ospedale unico, parla Toti. “Unificare le strutture cosa buona e giusta”

“Il progetto dell’Ospedale unico va assolutamente avanti, fa parte del piano socio-sanitario della Regione. Non sarà oggetto di revisione della nuova amministrazione, del nuovo assessore. Abbiamo un accordo con Inail per finanziarlo, è collegato con alcune importanti opere di viabilità, come l’Aurelia Bis.

Io conto che questa legislatura sia quella in cui si procederà all’affidamento ai privati, finalmente, dell’Ospedale di Bordighera, con riapertura del Pronto Soccorso, all’avvio della progettazione definitiva del cantiere dell’Ospedale Unico, al recupero importante, come previsto dal piano di investimento straordinari, di alcuni padiglioni del Santa Corona, all’affidamento di Albenga e Cairo ai privati, con riapertura del Pronto Soccorso, alla realizzazione dell’Ospedale di Erzelli e alla realizzazione del Felettino a La Spezia.

Sono questi i piani di edilizia sanitaria di questo mandato e siamo ben determinati a portarli a fondo. C’è la copertura economica, c’è la condivisione dei territori e credo che questo dimostri la maturità delle province del ponente. Unificare le strutture è cosa buona e giusta per l’efficienza delle stesse, ma non sempre trova d’accordo i territori che si trovano a dover equilibrare tra di loro le situazioni.

L’Ospedale unico darà a questo territorio un servizio infinitamente migliore e più efficace e efficiente, qualitativamente e quantitativamente, degli ospedali divisi come oggi. Spero di mettere più di una pietra del nuovo Ospedale entro la fine di questo mandato.

Recovery Fund? L’Ospedale Unico è stato messo anche nell’elenco del Recovery Fund perché se ce lo dovesse pagare l’Europa eviteremmo di fare un prestito con Inail. Ma visto che il Recovery Fund gira un pò frastornato, non sappiamo come sarà diviso”.