Imperia: Stefano Senardi “dona” il suo patrimonio musicale alla città. “10 mila pezzi a disposizione di tutti, felice di questo progetto”

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

La collezione, che inizialmente consisterà in 10 mila pezzi, sarà implementabile progressivamente con ulteriore materiale

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

La “Collezione Senardi” diventa realtà. Il produttore discografico e direttore artistico imperiese di fama internazionale Stefano Senardi, dopo l’annuncio di alcune settimane fa a ImperiaPost, ha stipulato con il Comune di Imperia il contratto che stabilisce la messa a disposizione in comodato d’uso gratuito di circa 10 mila pezzi del suo patrimonio musicale di enorme valore.

La collezione avrà come dimora la Biblioteca Civica Lagorio di Imperia.

Imperia: Stefano Senardi “dona” il suo patrimonio musicale alla città

Da riviste specializzati a libri, da dischi a videocassette, fino a memorabilia provenienti da tutto il mondo (manifesti, fotografia, oggettistica, ecc.). Questo e molto altro sarà messo a disposizione di tutta la città di Imperia, con la creazione di un vero e proprio archivio musicale.

La collezione, che inizialmente consisterà in 10 mila pezzi, sarà implementabile progressivamente con ulteriore materiale. In particolare, la messa a disposizione dei vinili, che necessitano di particolare cura e manutenzione, sarà riservata a un momento successivo.

Lo scopo, si legge nell’accorto stipulato tra Senardi e il Comune, è che “la Città di Imperia venga dotata di un archivio musicale completo, in rarissimi casi raccolto da fondazioni, biblioteche, università e centri di documentazione, e possa divenire così un punto di riferimento, studio e piacere per gli amanti della musica, oltre che polo di attrazione turistico – culturale di rilevanza nazionale”.

Il Comune si impegna ad “accogliere, conservare e custodire i beni della collezione nella propria Biblioteca, Area Multimediale, adibita ad Area Collezione Senardi, sostenendone gli oneri connessi, tra i quali polizza assicurativa a copertura di tutta la Collezione, garantire l’idonea catalogazione e conservazione della Collezione, e ove ritenuto, digitalizzazione, secondo piani di lavoro preventivamente concordati Stefano Senardi, con garanzia di corretta conservazione a lungo termine sia dei materiali fisici consegnati, sia dei contenuti digitali prodotti”.

Stefano Senardi

“È tutto in divenire – commenta Senardi contattato da ImperiaPost – il Sindaco Scajola, l’assessore Roggero e la direttrice della biblioteca Bonjean hanno accolto con grande entusiasmo la mia proposta e ne sono davvero felice.

Sono già iniziate le prime consegne. Il materiale riguarda soprattutto la musica italiana (Cd, riviste, antologie…), perché possono trovare molti sbocchi nella nostra realtà, ma ci saranno anche collane di musica internazionale. Ci vorrà tempo per sistemare e catalogare tutto per valorizzare al massimo il materiale e renderlo fruibile dalla popolazione. Stiamo già pensando a progetti inerenti da realizzare, coinvolgendo anche personaggi importanti.

Sono molto contento di questo progetto, credo che farà bene la città e io sono felice di fare qualcosa di utile”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!