Imperia, Teatro Cavour: rimossi i tecnici, l’incarico alla Architectural Solutions fa discutere/Il caso

Attualità Imperia

Sta facendo molto discutere, in città, soprattutto nel mondo del professionismo, la decisione del Sindaco di Imperia Claudio Scajola di rimuovere dall’incarico, dopo averli criticati pubblicamente, i tecnici incaricati del progetto di riqualificazione del Teatro Cavour.

Imperia, Teatro Cavour: Architectural Solutions, una nomina che fa discutere

I malumori che serpeggiano in città derivano da due aspetti in particolare. In primis l’uscita pubblica del Sindaco contro i professionisti poi rimossi dall’incarico (a tutti è stata proposta la rescissione del contratto). Un atteggiamento poco gradito. I panni sporchi si lavano in casa, si dice in questi casi, e al primo cittadino viene rimproverato di non essersi mosso con la dovuta cautela.

Il secondo aspetto riguarda la società alla quale il Sindaco ha deciso di affidare l’incarico di seguire lavori di riqualificazione del Teatro Cavour sino all’inaugurazione, alla quale Scajola, lo ricordiamo, ha invitato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per una cerimonia di assoluta rilevanza.

La scelta del Sindaco (che aveva dichiarato “sto visionando vari curriculum”) è ricaduta sulla Architectural Solutions Srl (società con sede a Milano, costituita nell’aprile 2019), il cui legale rappresentante è l’arch. Attilio Giaquinto (detiene la metà delle quote). Non ci vuole però un investigatore privato, ma basta qualche semplice clic su Facebook  per verificare che si tratta di una persona vicina alla famiglia del Sindaco, in particolare al figlio Piercarlo, come testimoniano le numerose immagini social.

Premesso che non si discute della professionalità, per altro riconosciuta da più parti, e che si tratta di procedura diretta nei termini di legge, hanno destato perplessità le modalità che hanno portato all’affidamento dell’incarico (da circa 75 mila euro). Criticare pubblicamente professionisti locali e revocare gli incarichi, per poi rivolgersi a un professionista esterno, con cui si è in rapporti amichevoli, è parsa ai più una scelta inopportuna.

In ultimo, a lavori quasi ultimati (l’inaugurazione è prevista prima dell’estate, come annunciato dal Sindaco), l’incarico di coordinamento dei lavori non poteva essere lasciato al dirigente comunale Alessandro Croce, già responsabile unico, e al funzionario comunale Giuseppe Rebuttato (già direttore dei lavori, poi revocato) con un notevole risparmio di risorse?

Imperia, Teatro Cavour: Architectural Solutions, una nomina che fa discutere. Parla il Sindaco

“Non credo di essere stato inopportuno – dichiara il Sindaco Claudio Scajola a ImperiaPost – Io ho sostenuto questa tesi, ovvero che fosse necessario terminare il più velocemente i lavori, nominando un responsabile unico. Il motivo? C’era una distribuzione troppo frastagliata degli incarichi che aveva portato a dei rallentamenti. Ho anzi specificato che il nuovo responsabile si sarebbe avvalso del lavoro svolto dai precedenti tecnici, alcuni dei quali avevano anche già terminato il proprio compito. Il tutto senza una spesa ulteriore, perché si tratta di fondi previsti nel capitolo direzione lavori”.

“Per quanto riguarda l’arch. Giaquinto, io conosco quasi tuttiha aggiunto Scajola – Sicuramente vedendo quel book mi è sembrato uno studio di altissimo livello. Credo che non si debba essere troppo paesani. Tutto è stato fatto seguendo le norme vigenti. Quando lo abbiamo incontrato, con l’assessore Roggero, abbiamo faticato non poco per fargli accettare l’incarico. Perché? La cifra non rispecchia propriamente le grandi responsabilità. 

Amicizia? L’ho visto qualche volta fuori dal contesto lavorativo, insieme ad altre persone. Non mi pare ci sia nulla di strano. Foto insieme sui social? Non so, le vado a vedere visto già che me lo dice. Al di là di tutto, mi sembra una persona valida, per questo l’ho scelta. Come quando ho scelto gli assessori”.