San Bartolomeo al Mare, incendio devasta palazzina. Il Pm: “Indagini in corso”. Il Sindaco: “Sfollati due nuclei familiari”/Video

Cronaca Golfo Dianese

“Ci sono delle indagini in corso”. Così il Pubblico Ministero Veronica Meglio al termine del sopralluogo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Ci sono delle indagini in corso”. Così il Pubblico Ministero Veronica Meglio al termine del sopralluogo all’interno della palazzina semidistrutta questa notte da un incendio causato dall’esplosione di una bombola, in piazza Verdi, a San Bartolomeo al Mare.

San Bartolomeo al Mare: incendio palazzina, parla il Sindaco Valerio Urso

Il Magistrato, accompagnato dai Carabinieri, ha svolto un sopralluogo di circa un’ora per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti. Il bilancio è di due feriti, madre e figlio, trasportati all’Ospedale Santa Corona, non in gravi condizioni.

Entrambi vivono in una dependance adiacente la palazzina devastata dalle fiamme, disabitata da circa tre mesi e utilizzata dai proprietari nel corso delle vacanze estive. 

Secondo una prima ricostruzione a causare il rogo l’esplosione di una bombola. A seguito dei danni causati dall’incendio è stata disposta l’evacuazione per alcune famiglie, come spiegato dal Sindaco Valerio Urso.

Valerio Urso

“Sono stato raggiunto nella notte da questa notizia. Effettivamente c’è stata una esplosione e  in seguito un incendio.

C’è riserbo sull’indagine, ci sono i Magistrati che si stanno occupando della questione, per valutare la cause dell’accaduto.

Per quanto ci riguarda, abbiamo messo in sicurezza tutte le abitazioni lesionate, stiamo approntando degli appartamenti di emergenza di proprietà del Comune, per accogliere gli eventuali sfollati.

Ci sono diverse palazzine , anche dietro, che sono state danneggiate dalle fiamme. I Vigili del Fuoco hanno consigliato la chiusura di tutto un quadrilatero che comprende le varie abitazioni.

Fortunatamente, per la gran parte, sono di gente che viene qua nei periodi festivi ed estivi. Li abbiamo raggiunti telefonicamente e stanno venendo per occuparsi delle situazioni del caso.

Dovranno bonificare e mettere in sicurezza tutti i loro edifici. Le famiglie sfollate sono due nuclei, un paio di persone”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!