San Bartolomeo al Mare: incendio devasta palazzina, aperta inchiesta. C’è un primo indagato

Cronaca Golfo Dianese

Prende corpo l’inchiesta sull’incendio che, a inizio marzo, ha semidistrutto una palazzina in piazza Verdi a San Bartolomeo al Mare.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Prende corpo l’inchiesta sull’incendio che, a inizio marzo, ha semidistrutto una palazzina in piazza Verdi a San Bartolomeo al Mare. Inquirenti, Carabinieri e Vigili del Fuoco avevano espresso dubbi sull’accidentalità del rogo sin dalle prime ore e, a distanza di poco più di una settimana, è stato aperto un fascicolo per incendio doloso, con un primo indagato. Decisivo il ritrovamento, sul luogo dell’incendio, di tracce di liquido infiammabile, da cui potrebbero essere partite le fiamme, poi estese a una bombola a gas, esplosa, e a parte della palazzina. 

San Bartolomeo al Mare: incendio devasta palazzina, aperta inchiesta

Nel registro degli indagati è stata iscritta una donna di circa 50 anni. Si tratta della vicina di casa, rimasta ferita nell’incendio insieme al figlio, tuttora ricoverato in gravi condizioni al Centro Grandi ustionati di Sampierdarena.

La donna, che ha riportato solo lievi ustioni, è stata formalmente indagata dopo l’interrogatorio da parte del Pm titolare del fascicolo, Veronica Meglio.

Dalle indagini sarebbe emerso un rapporto conflittuale tra i proprietari dell’immobile andato semidistrutto nell’incendio, residenti in Svizzera, e i vicini di casa, madre e figlio, che occupano una dependance adiacente. Ed è su questi conflitti che indagano gli inquirenti, per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e accertare le singole responsabilità.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!