Imperia, arrampicata: dalla palestra in garage alla nazionale italiana, la 14enne Viola Bergamelli prende il volo. “Felicissima, non ci potevo credere” / Foto e video

Attualità Imperia Rubriche Storie

Sono passati poco più di due anni dall’intervista di ImperiaPost e Viola, ora 14enne, è stata da poco convocata nella nazionale giovanile (under 16).

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Vi ricordate Viola Bergamelli? La giovanissima atleta imperiese che, con grinta da vendere, si allena nella palestra realizzata in garage insieme al papà Paolo, per migliorarsi nel suo sport, l’arrampicata?

Ecco, sono passati poco più di due anni dall’intervista di ImperiaPost e Viola, ora 14enne, è stata da poco convocata nella nazionale giovanile (under 16). Un traguardo tanto ambito che ha tutto il sapore di essere solo il primo di molti nella sua carriera da atleta.

Arrampicata: l’imperiese Viola Bergamelli nella nazionale italiana

Viola è un’atleta del team sportivo Vertikarcare, presieduta da Davide Abrile. Il suo preparatore atletico e sportivo è Pietro Pozza e il suo allenatore di parkour è Giuseppe Morgante, dell’associazione Greenspot di Sanremo.

Ecco cosa ci ha raccontato sulla convocazione della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana).

Com’è andata la convocazione?

“Benissimo, ero troppo felice. Non me l’aspettavo perché non ci avevo mai pensato tanto. Con il primo raduno a settembre mi sono resa conto di essere tra le più forti. Così ho preso fiducia e finalmente mi hanno dato la maglia.

Eravamo a un raduno per vedere il livello e poi, inaspettatamente, ci hanno dato le divise e abbiamo fatto la foto tutti insieme. È stato bellissimo”.

L’anno appena passato è stato contrassegnato dal covid. Come ha influito nei tuoi allenamenti?

“Sì, avevo iniziato a scalare in vari posti e ho conosciuto il mio preparatore atletico. Poi è iniziata la quarantena e non ci siamo potuti vedere però mi mandava le schede e mi sono iniziata ad allenare facendo trave, esercizi che si fanno a casa. Anche parkour non potevo farlo, così lo facevamo via zoom o in giardino.

Ora che sono in nazionale posso spostarmi tra le regioni, quindi riesco a vedermi con il mio allenatore e posso allenarmi bene.

La cosa importante è continuare senza abbattersi e tenere duro. Tutte queste notizie in giro non mettono felicità, ma è andata bene”.

In questi due anni quali successi hai raggiunto?

“Ho vinto varie tappe del campionato regionale. In campionato italiano giovanile sono arrivata settima e mi hanno preso per la selezione della nazionale. E adesso, non me l’aspettavo, ma sono arrivata alla prima tappa 21esima in Coppa Italia e due mesi fa 17esima”.

E ora cosa ti aspetta?

“E adesso ci sono le coppe Europa, speriamo che mi convochino, e le varie coppe Italia. Domani (ieri per chi legge, ndr) ho una gara di regionale assoluto, la finale”.

Tu sei la dimostrazione che bisogna sempre credere nei propri sogni.

“Sì, io ci ho sempre creduto. Quando ho visto che era fattibile ci ho messo il doppio dell’impegno”. 

Ti alleni sempre nella palestra del garage?

“Sì sempre!”.

La video intervista

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!