Imperia: itticoltura Galeazza, Comitato incontra Scajola. “Il Sindaco ha confermato sua contrarietà al progetto e ha preso a cuore il caso”

Imperia Politica

Il Comitato “SiamoGaleazza”, sorto proprio per contrastare la realizzazione dell’impianto, ha chiesto un incontro con il primo cittadino per affrontare l’argomento.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Ci è sembrato che il primo cittadino abbia preso a cuore questione, ha riaffermato che l’impianto di itticoltura non è una scelta utile per la città“. Questo il commento di Livia Carli, presidente del comitato “SiAmoGaleazza”, dopo l’incontro, avvenuto ieri, con il Sindaco di Imperia Claudio Scajola, sul tema relativo all’impianto di itticoltura che la società Aqua di Lavagna vorrebbe realizzare al largo della Galeazza.

Recentemente, lo ricordiamo, il Tar Liguria ha accolto il ricorso della società contro l’atto di diniego di realizzazione dell’impianto da parte della Conferenza dei servizi a seguito del parere negativo della Guardia Costiera, dando quindi il via libera al progetto.

Il Comitato “SiamoGaleazza”, sorto proprio per contrastare la realizzazione dell’impianto, ha quindi chiesto un incontro con il primo cittadino per affrontare l’argomento e constatare la posizione dell’amministrazione. 

Imperia: itticoltura Galeazza, incontro in Comune tra comitato e Scajola

L’incontro con il Sindaco, al quale hanno partecipato anche Gabriella Badano e Lucio Carli spiega Livia Carli – ci ha lasciato soddisfatti.

Il Sindaco ha riaffermato che l’impianto di itticoltura non sia una scelta utile per la città, che l’amministrazione intraprenderà nuovi atti amministrativi per riaffermarlo, coinvolgendo tutti i soggetti coinvolti in quanto la strada percorribile è quella del diritto.

Continueremo a seguire l’iter con una maggiore serenità di mente e di cuore.

Ci è sembrato che il primo cittadino abbia preso a cuore questione, è preparato e a conoscenza dei fatti. Presto potrebbe esserci una Conferenza dei Servizi sull’argomento.

È un momento delicato, ma abbiamo visto volontà e competenza per affrontare il problema. Noi continueremo a vigilare”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!