Imperia, pensione lavoratori frontalieri: sindacati Cgil, Cisl e Uil, chiedono incontro con l’INPS. “Oltre 1600 domande ancora in attesa”

Provincia

Lo affermano le Organizzazioni Sindacali Confederali, nelle persone di Fulvio Fellegara CGIL, Claudio Bosio CISL e Milena Speranza UIL

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Le Organizzazioni Sindacali Confederali, nelle persone di Fulvio Fellegara CGIL, Claudio Bosio CISL e Milena Speranza UIL, fortemente preoccupate per i ritardi accumulati nell’esame e nella definizione delle pratiche di pensione sia in convenzione bilaterale tra Italia e Monaco sia in regime internazionale tra Italia e paesi Comunitari, nello specifico Italia con Francia, Spagna e Portogallo, hanno richiesto un incontro urgente al Direttore della sede INPS di Imperia, dove risultano giacenti circa 1.600 domande.

“Bisogna dare risposte concrete – fanno sapere i sindacati – in tempi ragionevoli a quelle lavoratrici e a quei lavoratori che dopo tanti anni di sacrifici e di duro lavoro all’estero, spesso lontano da casa e dai loro cari, attendono che le loro domande di pensione vengano prese in carico e liquidate al fine di percepire la loro meritata pensione.

La situazione è ritenuta molto grave non solo per l’eccessivo ritardo con cui viene loro riconosciuto il diritto, ma anche per il particolare momento storico in viviamo, infatti la crisi pandemica ha reso ancora più fragili e più sole le persone sia economicamente che socialmente.

CGIL, CISL e UIL auspicano che l’incontro avvenga a breve e che attraverso un confronto costruttivo si possano trovare soluzioni a favore dei nostri frontalieri”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!