Imperia: benefici per nuove attività nelle frazioni, dubbi del consigliere Saluzzo. “Escluse alcune zone a Piani, Moltedo e Borgo D’Oneglia. Con quale criterio?”

Imperia Politica

Sottolineando l’importanza di tale azione per incentivare le aperture commerciali, il consigliere Saluzzo ha però evidenziato alcune perplessità riguardo i criteri di inclusione ed esclusione di alcune zone dal progetto. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Chiedo di fare attenzione a queste perimetrazioni e di spiegare i criteri di scelta delle aree che godranno dei benefici, perchè quando si fa una riga vuol dire che qualcuno è dentro e qualcuno è fuori“. Così il consigliere di Imperia di Tutti Imperia per Tutti Roberto Saluzzo interviene sulla pratica, approvata ieri in consiglio Comunale (con 24 voti favorevoli e 4 astenuti), relativa al Progetto “Antichi Borghi e Viva Parasio”, per l‘estensione dei benefici alle nuove attività, già previsti al Parasio, anche alle frazioni di Imperia.

Sottolineando l’importanza di tale azione per incentivare le aperture commerciali, il consigliere Saluzzo ha però evidenziato alcune perplessità riguardo i criteri di inclusione ed esclusione di alcune zone dal progetto. 

Nel dettaglio, ad esempio, mentre le due zone “A” di Poggi sono entrambe comprese nella perimetrazione, e anche l’area di mezzo, a Piani, una delle due zone “A” è compresa e l’altra no.

Imperia: benefici nuove attività nelle frazioni, dubbi del consigliere Saluzzo

“Il mio gruppo è favorevole all’estensione delle agevolazioni per cercare di far aprire attività anche negli altri borghi e centri storici delle frazioni che compongono Imperia.

Il problema è la pratica che abbiamo visto in commissione, che ci è stata presentata pre-confezionata. Ci hanno dato delle perimetrazioni e ci hanno detto chi ha diritto alle agevolazioni e chi è escluso. Io mi sono permesso di suggerire di vedere la pratica nella commissione terza, secondo me adatta, per rivedere meglio le perimetrazioni. 

Ho visto degli errori a mio giudizio importanti, macroscopici. Non voglio dire che il mio punto di vista sia quello giusto però qualcuno mi deve spiegare quali sono state le scelte. Ho fatto qualche esempio su Moltedo, Borgo D’Oneglia, Piani e Poggi.

Gli esempi di Piani e Poggi sono i più semplici da vedere. Hanno una struttura, dal punto di vista del piano regolatore molto simile. Hanno entrambi due centri storici separati, ma mentre per Piani uno è dentro le agevolazioni e l’altro è escluso, per Poggi sono dentro tutti e due e anche la zona che separa i due centri.

Può darsi che sia giusto, ci sarà un motivo, però io non ho capito la ‘ratio’. Io chiedo di fare attenzione a queste perimetrazioni perchè quando si fa una riga vuol dire che qualcuno è dentro e qualcuno è fuori. Secondo me era giusto condividerlo e non sempre prendere tutto come un dogma della Chiesa”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!