Imperia: 52enne truffata da finto assicuratore, prosciugato il conto corrente. “Sono disperata, erano tutti i miei risparmi”/La storia

Cronaca Cronaca Imperia

“Ho telefonato a un numero di cellulare trovato su internet, convinta di parlare con un’assicurazione per rinnovare la polizza auto di mia madre e invece era un truffatore che mi ha vuotato il conto corrente”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Ho telefonato a un numero di cellulare trovato su internet, convinta di parlare con un’assicurazione per rinnovare la polizza auto di mia madre e invece era un truffatore che mi ha vuotato il conto corrente”. È lo sfogo di una donna di 52 anni, residente nell’entroterra imperiese, che ha presentato denuncia ai Carabinieri di Imperia per essere stata truffata da un finto assicuratore. 

“Pensavo di pagare l’assicurazione auto di mia madre e invece mi hanno svuotato il conto corrente”

Dovevo pagare l’assicurazione scaduta di mia madre – racconta la 52enne a ImperiaPost – e ho cercato la sede dell’agenzia a Imperia su Google ed è comparsa una schermata che sembrava quella dell’assicurazione, con un numero di cellullare e indirizzo in piazza Dante. Mi ha risposto un certo Marco, che mi ha chiesto la targa del veicolo e gli estremi per procedere al rinnovo e che mi ha invitata poi a effettuare il pagamento di 190 euro tramite carta di credito. Sapeva i dati relativi alla polizza assicurativa e la data di scadenza e quindi deve essere riuscito ad accedere alla banca dati della compagnia.

Mi ha fatto quindi digitare una serie di cifre per telefono e alla fine, non so come, è riuscito a entrare nel mio conto corrente presso le Poste e a svuotarlo. C’erano poco più di 2.300 euro, tutti i risparmi che mi restavano per vivere, visto che a causa dell’emergenza Covid ho perso il lavoro. Purtroppo mi sono accorta di quanto accaduto soltanto dopo e ho fatto denuncia ai carabinieri, segnalando la vicenda anche alla Polizia postale e alla Guardia di finanza.

Sono disperata, ma certo non andrò a prostituirmi per pagare le bollette e le tasse, anche se, purtroppo ho paura che verranno presi dei provvedimenti nei miei confronti, mentre chi mi ha truffato se la caverà senza nessuna conseguenza ”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!