Covid: è Camilla Canepa di Sestri Levante la 18enne morta per trombosi dopo vaccino Astrazeneca. Procura di Genova apre inchiesta

Coronavirus Cronaca

Camilla, ricordata come una ragazza solare, avrebbe dovuto sostenere l’esame di maturità a breve.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

È Camilla Canepa la diciottenne di Sestri Levante deceduta dopo essere stata colpita da trombosi seno cavernoso. Camilla, ricordata come una ragazza solare, avrebbe dovuto sostenere l’esame di maturità a breve.

I genitori hanno dato l’autorizzazione all’espianto degli organi. Tutta la comunità di Sestri Levante è sconvolta e, per manifestare la vicinanza alla famiglia, la Sindaca Valentina Ghio ha annullato le iniziative legate alla prima giornata del tradizionale Andersen Festival.

Covid: Camilla Canepa morta per trombosi dopo vaccino Astrazeneca. Procura di Genova apre inchiesta

La giovane, vaccinata volontariamente il 25 maggio 2021, era ricoverata da alcuni giorni in neurochirurgia all’ospedale Policlinico San Martino di Genova. Il 3 giugno si era recata in pronto soccorso accusando cefalea e fotofobia. Sottoposta a tac cerebrale ed esame neurologico, gli esiti sono stati entrambi negativi. Il 5 giugno è tornata in pronto soccorso con deficit motori ad un emilato. Sottoposta a Tac cerebrale con esito emorragico, è stata immediatamente trasferita alla Neurochirurgia del San Martino.

Lì ha subito un primo intervento per rimuovere il trombo, seguito da un secondo intervento per detendere la pressione intracranica derivante dall’emorragia. Nel pomeriggio di oggi, la situazione è peggiorata, fino alla morte della giovane ragazza.

La Procura di Genova ha avviato un’inchiesta per far luce sulla vicenda, aprendo un fascicolo contro ignoti per il reato di omicidio colposo.

Due giorni fa è stata ricoverata anche un’altra donna al San Martino, una 34enne savonese, vaccinata con Astrazeneca, che è stata sottoposta a fibrinolisi di alcuni trombi e ora si trova nel reparto di terapia intensiva.

Nel frattempo, la Regione Liguria ha provveduto a sospendere la somministrazione del lotto al quale appartenevano anche le dosi con le quali sono state vaccinate le due donne.

“La Direzione e tutto il personale dell’Ospedale Policlinico di Genova si legge in una nota stampa – si stringono attorno ai familiari, che abbiamo potuto apprezzare in questi tristi giorni per l’umanità e la disponibilità palesate nei confronti dei nostri professionisti”. 

“Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, insieme a tutta la Giunta, esprime profondo cordoglio per la scomparsa della ragazza di 18 anni – scrive il governatore della Liguria in una nota – ricoverata dal 6 giugno in neurochirurgia all’ospedale Policlinico San Martino di Genova con diagnosi di trombosi seno cavernoso. Le nostre più sentite condoglianze vanno ai suoi cari. Tutta la Liguria si stringe attorno alla famiglia della ragazza””.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!