Ventimiglia: è tornata a casa Sofia, la 14enne scomparsa nel giugno scorso. Era in Francia con un giovane che ora rischia una denuncia per sottrazione di minore/La storia

Cronaca

Di lei non si avevano più notizie dallo scorso martedì 1 giugno 2021.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

È stata ritrovata sana e salva Sofia, la 14enne scomparsa da oltre due mesi a Ventimiglia. Di lei non si avevano più notizie dallo scorso martedì 1 giugno 2021.

Il caso era finito anche sugli schermi della trasmissione televisiva “Chi l’Ha visto?”. A Comunicarlo la Polizia della Questura di Imperia, tramite una nota stampa.

Ventimiglia: torna a casa la 14enne Sofia, scomparsa da oltre due mesi

La Polizia di Stato di Ventimiglia ha concluso nella giornata di ieri le ricerche di una 14enne Sofia, la cui scomparsa era stata denunciata dai familiari il 1° giugno scorso.

Nel pomeriggio di quel giorno era avvenuto l’ultimo avvistamento a Ventimiglia, in piazza Costituente, poi il nulla per oltre due mesi.

La Polizia di Stato aveva attivato le indagini, coinvolgendo anche i reparti specializzati della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, per monitorare eventuali segnali telefonici e sui social network utili per il suo ritrovamento.

Per oltre due mesi le pattuglie di controllo del territorio hanno mantenuto un alto livello di attenzione, verificando le informazioni pervenute, complici le numerose segnalazioni ricevute a seguito della trattazione della notizia da parte della trasmissione televisiva di RAI3 “Chi l’ha visto” e della stampa locale.

Le attività di ricerca si sono interrotte ieri con il rientro della ragazza nell’abitazione di una parente. La stessa è stata sottoposta ad accurata visita medica ed è risultata in ottima salute. La giovane è stata accolta in una comunità per minori di Sanremo.

La sua audizione, eseguita dai poliziotti alla presenza di una psicologa del servizio sanitario, ha permesso di comprendere che il suo allontanamento sia stato legato a motivazioni sentimentali, avendo la giovane raggiunto un giovane residente in Francia con il quale condivideva sentimenti di affetto.

Adesso il ragazzo, appena maggiorenne, rischia di essere sottoposto ad indagine per il reato di sottrazione di minore.

L’allarme, che aveva determinato l’apertura di un procedimento penale presso la Procura della Repubblica di Imperia e il Tribunale dei Minorenni di Genova, è definitivamente rientrato. Anche i parenti della 14enne hanno potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!