Imperia: “no green pass” annunciano blocco treni, parla Comitato Pendolari. “Liberi di esprimere dissenso, ma inaccettabile minacciare di interrompere circolazione. È un diritto di tutti”

Attualità Imperia

Cresce la preoccupazione dei pendolari perchè, in caso di blocco, ci sarebbero pesanti ripercussioni sulla circolazione regionale.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Inaccettabile che si minacci un’azione di blocco della circolazione ferroviaria, è un reato di natura penale. Spostarsi è un diritto di tutti e impedirlo è illegale”. Queste le parole di Sebastiano Lopes, del Comitato Utenti Trenitalia del Ponete federato Assoutenti, in riferimento all‘annunciata protesta dei “no green pass” prevista per oggi, mercoledì 1 settembre, in tutta Italia, che prevede il blocco delle stazioni per protestare contro l’introduzione dell’obbligatorietà della certificazione verde per gli spostamenti di lunga percorrenza. 

Tra le stazioni individuate per la manifestazione, anche quella di Genova Piazza Principe, uno dei principali snodi della circolazione ligure. Situazione che preoccupa molto i pendolari perchè, in caso di blocco, ci sarebbero pesanti ripercussioni sulla circolazione regionale e, quindi, disagi per pendolari e viaggiatori.

Imperia: “no green pass” annunciano blocco treni, parla Comitato Pendolari

“Preciso subito – dichiara Lopes a ImperiaPost – che come Comitato non contestiamo che ciascuno abbia il diritto di esprimere il proprio dissenso e di proporre delle soluzioni diverse a quelle attuate. 

Dall’altra parte, mettere in atto azioni aggressive come quelle cui abbiamo assistito in questi giorni, aggressioni a giornalisti, politici e medici, è molto grave. Non sono comportamenti civili.

Riteniamo altrettanto inaccettabile che si minacci un’azione di blocco della circolazione ferroviaria, è un reato di natura penale. Spostarsi è un diritto di tutti e impedirlo è illegale.

Anni fa, noi pendolari avevamo organizzato una manifestazione, con il patrocinio del Comune di Taggia e il supporto di tutti i comuni del ponente, contro l’isolamento del ponente ligure. Avevamo ricevuto più di una comunicazione da parte delle forze di polizia in cui ci dicevano chiaramente di non bloccare la circolazione per nessun motivo. La nostra manifestazione si è svolta pacificamente fuori dalle stazioni e, nonostante ciò, per giusta precauzione, la Polizia si è presentata in assetto antisommossa, pronta a intervenire in caso di azioni fuori dalle righe di alcuni fanatici.

Tutto questo per dire che chiediamo lo stesso trattamento per la manifestazione dei ‘no green pass’ per scongiurare qualunque tipo di problema a chi viaggia.

È legittimo affermare la propria opinione, ma non è altrettanto legittimo ledere i diritti di cui si sposta, che sia per lavoro, studio o piacere.

Cosa ne pensiamo del green pass? Se è utile a limitare la diffusione dell’epidemia va bene, siamo perplessi dal fatto che venga prevista solo sugli Intercity e sulle Frecce e non sui regionali, che sono molto più affollati. Da parte nostra, chiediamo da anni che nelle stazioni grandi e piccole si istituiscano dei filtri per i controlli di biglietteria, per evitare che salgano persone senza biglietto, che si rivelerebbero utili anche per controlli di tipo sanitario. Sicuramente dispiace vedere che questo movimento pro/ contro divida le persone anche con argomenti pretestuosi”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!