Imperia: “Le Vele d’Epoca evento nazionale”. L’annuncio del Ministro Garavaglia. “Promosso dal Ministero del Turismo”/Foto e Video

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

Sul turismo: “Se guardiamo i numeri di questa estate, sono molto positivi. Danno anche un incremento rispetto al 2019”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Le Vele d’Epoca di Imperia diventeranno un evento nazionale. Lo ha annunciato il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia questo pomeriggio durante la sua visita a Imperia.

Imperia: “Vele d’Epoca evento nazionale”, l’annuncio del Ministro Garavaglia

“Io ho la fortuna di conoscere questa fantastica manifestazione delle Vele d’Epoca da tanti anni – ha dichiarato Garavaglia ai cronisti presenti Questo è l’anno della ripresa dopo questo terribile Covid. Si riparte alla grande. Ne parlavamo prima con il Sindaco Claudio Scajola, penso che sia ora di dire che questa grande manifestazione imperiese vada portata a livello nazionale. Sarà mia cura che questo diventi un evento nazionale, con tanto di promozione da parte del Ministero del Turismo. In che modo? Con patrocinio da parte del Ministero, in modo tale che sia chiaro che questo è l’evento nazionale delle Vele D’epoca, per storia, tradizione e qualità”. 

Green Pass limita o aiuta il turismo?

“Se guardiamo i numeri di questa estate, sono molto positivi. Danno anche un incremento rispetto al 2019, che già era un anno particolare perché c’erano la crisi dell’Egitto, della Turchia, quindi l’Italia era già andata particolarmente bene. Raggiungere e superare il 2019 significa che è stata un’ottima estate e dobbiamo lavorare perché ci sia un’ottima lunga estate. Sappiamo che gli svizzeri, i tedeschi, preferiscono venire da noi a settembre, anche a ottobre. Poi penseremo all’inverno. D’inverno, in Italia, si scia”.

“Armo-Cantarana e Albenga-Carcare-Predosa soluzioni per migliorare viabilità e turismo?

“Le autostrade liguri hanno 60 anni e dopo 60 anni un’autostrada tutta galleria e viadotti ha bisogno di un grosso investimento. E’ chiaro che fatto tutto in una volta sta comportando dei disagi. L’anno venturo non ci saranno questi disagi, ma non basta. E’ evidente che la Liguria ha bisogno di qualcosa in più. La bretella verdemare, io preferisco chiamarla così, che parte da Carcare, penso che sia una delle soluzioni che può dare una prima spinta. Poi ce ne sono mille altre, ad esempio l’alta velocità a Genova. Nel Recovery Fund, e non solo, ci sono le risorse. L’importante è che il territorio si organizzi e abbia le idee chiare”.

Lavori acquedotto a Diano Marina, quando partono?

“Non ne ho la più pallida idea. I cittadini dianesi? Chieda a loro, sinceramente non lo so (un pò più di garbo, nella risposta, da parte di un Minostro della Repubblica non sarebbe guastato, ndr)”.

(interviene il Sindaco Claudio Scajola)

“Il Governo, di cui fa parte il Ministro ha messo nelle priorità il sistema idrico della provincia di Imperia, quindi il finanziamento è garantito con una cifra intorno ai 25-28 milioni di euro, che permetterà di risolvere il problema idrico del ponente ligure”.

Statale Col di Tenda e Treno delle Meraviglie?

“Ci sono tanti risorse, sia nel Recovery Fund, e non solo. Basta che il territorio si organizzi e abbia le idee chiare, poi le idee vanno in porto”.

Sindaco Scajola, come ha accolto la notizia del patrocinio del Ministero?

“Noi abbiamo una fortuna. Che questa manifestazione è molto bella, ha una storia, e con coraggio è ripartita quest’anno. Ma la seconda fortuna più importante è che il Ministro Garavaglia ha passato molti anni facendo il turista qui a Imperia. E prima ancora che io gli consegnassi un dossier sulle Vele d’Epoca e gli dicessi dell’importanza di questo dossier, grazie anche all’intervento dell’On. Di Muro, che lo ha sempre tenuto aggiornato, oggi come si è seduto in Comune, accolto semplicemente da un caffè e da un bicchier d’acqua, la prima cosa che ha detto è ‘vengo a Imperia per dire che le Vele d’Epoca diventeranno un evento nel calendario nazionale delle manifestazioni e che conseguentemente darà una mano perché questo evento possa crescere ancora. E dunque non posso fare altro che ringraziarlo per la sua presenza qui in questa terra di Liguria, anche per la fortuna, che aiuta gli audaci, della sua presenza a Imperia”.  

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!