Imperia: nell’ex Banca d’Italia un centro polifunzionale. In via Cascione Agenzia delle Dogane, Inail e altri uffici pubblici/Il progetto

Attualità Imperia

Nuova vita per l’ex Banca d’Italia di via Cascione. Chiusa dal 2009, diventerà un centro polifunzionale dove troveranno casa svariati uffici pubblici.

Imperia: nell’ex Banca d’Italia un centro polifunzionale, trattative in corso

Nel dettaglio, nell‘ex sede della Banca d’Italia, nel cuore di via Cascione, potrebbero traslocare gli uffici dell’Agenzia delle Dogane, attualmente siti a Oneglia, in piazza De Amicis, e Porto Maurizio, Calata Anselmi, e l’Inail, che ha sede in via Matteotti. Trattative sono in corso, secondo quanto filtra, anche con altri enti pubblici che potrebbero trasferire in via Cascione i loro uffici, dopo l’acquisizione dell’immobile. L’accordo sarebbe a un passo.

Proprio il Sindaco Claudio Scajola, questa mattina, a margine della conferenza stampa per la firma del protocollo di intesa relativo al progetto di razionalizzazione e riqualificazione di immobili statali destinati a soddisfare le esigenze logistiche delle amministrazioni dello Stato, aveva dichiarato: “Ci auguriamo che la Banca d’Italia possa, anche alla luce del protocollo di oggi, essere di nuovo viva nella città di Imperia, in via Cascione, con un utilizzo utile ai Corpi dello Stato”.

Negli ultimi anni non sono mancate polemiche sul futuro dell’ex sede della Banca d’Italia. Nel 2012 alcuni attivisti della Talpa e l’Orologio ne occuparono il giardino con l’intenzione di trasformarlo in un orto da destinare alla collettività. Un gesto dimostrativo che sfociò in un processo per 14 attivisti, poi conclusosi nel gennaio 2020 con la prescrizione,