Imperia: processo autopsie fantasma, quattro medici condannati per falso in Tribunale/La sentenza

Giudiziaria Imperia

Si è chiuso questa mattina, in Tribunale a Imperia, con quattro condanne, il processo sulle cosiddette “autopsie fantasma”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Si è chiuso questa mattina, in Tribunale a Imperia, con quattro condanne, il processo sulle cosiddette “autopsie fantasma”. Quattro gli imputati, Giuseppe Garo, Otorinolaringoiatria, Alessandro Zacheo, medico legale, Sandra Maria Motroni Gherardi, medico legale, e Claude Orengo, medico legale, tutti accusati di falso in atto pubblico. 

Si tratta di una costola del processo che ha portato alla condanna dell’allora dirigente della reparto di Medicina Legale Simona Del Vecchio (6 anni e 6 mesi, in primo grado, 2 anni e 11 mesi in Appello), il cui licenziamento è stato successivamente dichiarato “illegittimo“.

Imperia: autopsie fantasma, quattro condanne

Questa mattina il giudice monocratico Marta Maria Bossi (Pm Enrico Cinnella Della Porta) ha messo quattro sentenze di condanna, per Giuseppe Garo (2 anni e 7 mesi), Sandra Maria Gherardi Motroni (1 anno e 4 mesi) Alessandro Zaccheo (1 anno e 15 giorni) e Jean Claude Orengo Maglione (1 anno e 15 giorni).

Nel dettaglio, secondo l’accusa, sarebbero stati emessi certificati di morte che attestavano l’esame della salma laddove, invece, nel momento del rilascio del certificato, il medico legale si trovava in altro luogo. Oltre 130 i certificati contestati.

Condannati anche Francesco Esposito, addetto camera mortuaria (1 anno e 15 giorni),  Leonardo Rosato,  addetto camera mortuaria (10 mesi) e Liliana Allaria, legale rappresentante onoranze funebri (8 mesi).

Il giudice ha anche disposto il pagamento di una provvisionale di 5 mila euro, per tutti gli imputati, come risarcimento danni ad Asl. La sospensione condizionale della pena, per chi ne ha diritto (tutti, tranne Garo) è condizionata al pagamento della provvisionale entro 3 mesi dal passaggio in giudicato della sentenza. 

Il collegio difensivo era composto dagli avvocati Erminio Annoni, Alessandro Mager, Pietro Paolo Guglielmi, Andrea Rovere e Anna Bruno.

Nell’ambito della stessa inchiesta aveva chiesto il patteggiamento il medico legale Francesco Traditi (1 anno e 6 mesi) e la dipendente Asl Stefania Stella (5 mesi e 20 giorni).

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!