Imperia: crollo impalcature Teatro Cavour, inchiesta chiusa. Chiesto il processo per 4 indagati, archiviazione per il dirigente Croce

Giudiziaria Imperia

Il Pubblico Ministero Enrico Cinnella Della Porta ha chiuso le indagini sul crollo della copertura provvisoria del tetto del Teatro Cavour di Imperia, avvenuto nel pomeriggio del 4 novembre del 2019.  

L’ipotesi di reato è quella di crollo colposo di costruzioni e lesioni aggravate. Nel crollo infatti rimase ferita una donna, che proprio in quel momento si trovava a passare lungo via Cascione. Trasportata in ospedale, i medici le diedero una prognosi di quaranta giorni.

Imperia: crollo impalcature Teatro Cavour, chiesto il rinvio a giudizio per quattro indagati

Il Pm ha chiesto l’archiviazione, dopo memorie difensive e interrogatorio, per l’allora dirigente dei lavori pubblici del Comune di Imperia, Alessandro Croce (nel frattempo trasferitosi in Regione), mentre ha chiesto il rinvio a giudizio per l’architetto Marta Bruzzone, alla quale il Comune aveva affidato il coordinamento dei lavori, Francesco Longo, titolare di una ditta subappaltatrice, Alessandro Mengo, titolare della Ras Ponteggi e Maria Elisabetta Cella, titolare della Edilge Costruzioni.

L’udienza preliminare è stata fissata per marzo 2022.

Il crollo fu causato da raffiche di vento di 90 chilometri orari, ma gli ancoraggi della struttura, installata provvisoriamente al posto del tetto dello stabile, per consentire i lavori di sistemazione del Teatro Cavour, secondo l’accusa avrebbero comunque dovuto resistere.