Diano Marina: nuovo Comandante Polizia Locale, Bellacicco risponde al SULPL. “Dinamiche di soccorso che non ci appartengono”

Golfo Dianese Politica

E’ botta e risposta fra la Lista civica Diano Marina di Marcello Bellacicco e il SULPL, il Sindacato unitario della Polizia locale. Dopo le contestazioni avanzate da Bellacicco sulla procedura per la nomina del nuovo comandante degli agenti municipali dianesi, si era fatto avanti il SULPL, giudicando la polemica “meramente politica”. Pronta la replica della Lista Diano Marina.

Scrive la Lista civica Diano Marina: Come sempre aperti a qualsiasi opinione, abbiamo letto con attenzione l’articolata replica del SULPL alle nostre considerazioni, circa la nomina del Comandante della Polizia Locale di Diano Marina, prevista dall’Amministrazione Comunale con una procedura di mobilità, invece di indire un pubblico concorso.

“Sorpresi che al sindacato rivolga attenzione su di noi e non chieda un chiarimento su quanto successo”

Indubbiamente, siamo rimasti molto sorpresi dal fatto che il Sindacato, di fronte ad un obbrobrio istituzionale e procedurale, come quello messo in atto dall’Amministrazione capeggiata dal Sindaco Za Garibaldi, che 24 ore dopo aver emanato un Avviso Pubblico lo ha precipitosamente revocato, ha ritenuto più opportuno rivolgere la sua attenzione a noi, invece di esigere con forza un chiarimento su quanto successo. Probabilmente, sussistono dinamiche di soccorso che non ci sono note e non ci appartengono.

Tuttavia, ci conforta che il Sindacato concordi con la lista civica “Diano Marina”, in merito all’importanza del ruolo e delle funzioni essenziali della Polizia Locale e proprio tale consenso ci porta a ribadire, con rinnovata convinzione, che il futuro Comandante della Polizia Locale di Diano Marina dovrebbe emergere da una attenta ed accurata selezione di più candidati in concorso, unica via per garantire anche un’adeguata risposta alla “carenza di risorse umane che nel corso degli anni si è acuita in maniera preoccupante”, lamentata dallo stesso SULPL.

“Proseguiamo nella nostra azione di verifica”

Inoltre, ci teniamo a sottolineare al Sindacato che gli intendimenti che animano la nostra azione politica sono quelli di occuparci e preoccuparci che tutto ciò che appartiene al bene pubblico venga amministrato nel migliore dei modi, per cui la mera “diatriba politica” fine a se stessa, di cui ci ha accusato, non fa parte del nostro DNA. Infine, l’occasione è propizia per confermare che la nostra azione di verifica sulle motivazioni, che hanno portato l’Amministrazione Comunale di Diano Marina al noto pasticcio, proseguirà nelle prossime ore, impegnandoci a mantenere informato il Sindacato sulle risultanze che emergeranno.