Imperia: scritte naziste scuola via degli Ulivi, due giovani denunciati dalla Polizia. La stessa notte depredato anche un distributore di benzina

Cronaca Imperia

Sono un minore e un ragazzo di 20 anni (che si trovava agli arresti domiciliari) gli autori degli atti vandalici all’interno della scuola di via degli Ulivi, a Porto Maurizio. A identificarli la Squadra Mobile con un’indagine lampo.

Gli agenti hanno anche scoperto che, la stessa notte, si sono resi responsabili di un furto, con danneggiamento, presso il distributore di benzina di via Airenti.

Imperia: atti vandali scuola via degli Ulivi, due denunce

Decisive, ai fini delle indagini, le immagini delle telecamere di videosorveglianza. I due giovani avrebbero agito con l’aiuto di una terza persona, ancora in fase di identificazione.

I fatti risalgono allo scorso 27 gennaio, quando i tre, forzando alcune finestre, hanno fatto irruzione nella scuola.

Una volta all’interno hanno tentato di forzare cassetti e armadietti, riuscendo a rubare un computer e alcuni beni alimentari, consumati anche sul posto.

Non paghi, hanno imbrattato con gessi e matite le lavagne e i banchi delle classi con insulti e scritte inneggianti al nazismo e a Hitler, proprio nel giorno della memoria.

La stessa notte i tre soggetti hanno anche danneggiato un distributore di benzina di via Airenti, rubando un computer e forzando il registratore di cassa.

Due dei tre giovani, una volta identificati, sono stati denunciati dalla Polizia.