Covid: stop a mascherine all’aperto dall’11 febbraio. Soddisfazione presidente Liguria Toti. “Grazie ai vaccini, passo importante verso la normalità”

Coronavirus Provincia

“Accolgo con favore la nuova ordinanza del Ministro Speranza di togliere l’obbligo di mascherine all’aperto anche in zona gialla – Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alle nuove decisioni del Governo.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha di fatti firmato una nuova ordinanza, con la quale ha eliminato l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, da venerdì 11 febbraio. Bisognerà indossarle solo in caso di assembramenti.

Restano obbligatorie al chiuso almeno fino al 31 marzo, data nella quale, molto probabilmente, scadrà lo stato di emergenza.

Covid: stop a mascherine all’aperto dall’11 marzo. La soddisfazione del presidente Giovanni Toti

“Una misura che fa parte di questo giusto percorso di riapertura deciso dal Governo basato sull’evidenza scientifica e che segue l’andamento della curva epidemiologica che sta finalmente calando. Dopo l’allentamento delle regole anti Covid sulla scuola, anche questo è un passo importante verso un ritorno alla normalità”.

“Una normalità che stiamo piano piano riconquistando – ha aggiunto il presidente Toti –, grazie alla grande campagna vaccinale che ci sta permettendo di uscire dalla quarta ondata di questa pandemia, tutelando la nostra salute e, rispetto a un anno fa, preservando anche la nostra socialità.

I dati ci dicono che l’incidenza in Liguria scende ancora, attestandosi a 1223 mentre anche oggi si registra un calo degli ospedalizzati, che attualmente sono 713 con 31 pazienti ricoverati in terapia intensiva. Da inizio febbraio invece sono state somministrate 5.284 prime dosi, anche in questo caso abbiamo fatto l’ennesimo passo avanti per sconfiggere definitivamente il virus”.