Eutanasia legale: inammissibile per la Corte Costituzionale, l’amarezza di PSI e Imperia di Tutti. “Le battaglie laiche sono quelle più difficili. Non muore la speranza”

Politica

“Apprendiamo con grande disappunto la notizia che la Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il referendum sull’eutanasia. Come PSI e Imperia di Tutti c’eravamo impegnati insieme a tanti volontari per la raccolta delle firme necessarie alla presentazione del referendum – Queste le parole del Partito Socialista Italiano (PSI) e Imperia di Tutti Imperia per Tutti, in merito alla decisione della Corte Costituzionale, che ha ritenuto inammissibile il quesito referendario sull’eutanasia legale.

Eutanasia: inammissibile per la Corte Costituzionale

“Nell’occasione grande è stata la risposta dei cittadini imperiesi che hanno contribuito con la loro firma all’ampio superamento delle sottoscrizioni necessarie per proporre un referendum su un tema di civiltà in ordine al quale il nostro Paese è ampiamente in ritardo rispetto a tutte le altre società occidentali.

Oggi non muore la speranza che il Parlamento legiferi in questa materia, anche se temiamo che ciò non accadrà. Continueremo comunque a sostenere questa battaglia forti di un ampio consenso popolare e ben consapevoli che, come già più volte accaduto in passato, in questo Paese le battaglie laiche sono quelle più difficili, ma vincerle non è impossibile”.