Covid, Imperia: dehor, Comune proroga agevolazioni per commercianti al 31 maggio 2023

Attualità Imperia

Prorogate fino al 31 maggio 2023 le agevolazioni per i commerciati relative al suolo pubblico per l’allestimento di dehor e aree attrezzate.

Questa la decisione del Comune di Imperia finalizzata a sostenere ulteriormente le attività economiche che, durante il periodo dell’emergenza sanitaria per la pandemia Covid, hanno subito gravi perdite economiche.

Nel dettaglio, l’agevolazione “è concessa, previo parere favorevole della Commissione Comunale Suolo Pubblico, fino al 31 maggio 2023 fermo restando che l’esonero dal pagamento del canone unico è limitato al 31 marzo 2022″.

Covid, Imperia: dehor, Comune proroga agevolazioni per commercianti

“Visto il lungo periodo dello stato d’emergenza sanitaria che ha segnato gravi perdite economiche alle attività produttive a causa del fermo dell’attività commerciale si legge nelle delibera pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Imperia – alla luce dell’onda epidemiologica degli anni poc’anzi trascorsi, della possibilità di un eventuale aumento dei contagi da Covid-19 e correlato inasprimento delle misure volte ad un suo contenimento, ritenuto di voler sostenere ulteriormente l’attività dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande colpiti dalle restrizioni e favorirne la ripresa economica concedendo un’agevolazione finalizzata all’aumento dell’occupazione temporanea di suolo pubblico per l’allestimento di aree attrezzate (in particolare tavolini, sedie e ombrelloni) rimovibili a fine servizio nella misura del 50% di quella autorizzata in deroga alla disciplina vigente. Detta agevolazioneconcessa, previo parere favorevole della Commissione Comunale Suolo Pubblico, fino al 31 maggio 2023 fermo restando che l’esonero dal pagamento del canone unico è limitato al 31 marzo 2022″.

Ecco cosa prevedono le misure di sostegno:

Il seguente atto di indirizzo ha validità sino al 31 maggio 2023.

1. per l’allestimento di aree attrezzate (in particolare tavolini, sedie ed ombrelloni) rimovibili a fine servizio, aumento fino al 50% dell’occupazione temporanea di suolo pubblico o privato ad uso pubblico all’aperto, già concessa, in deroga alla disciplina vigente, allegando alla richiesta la sola planimetria, in deroga al regolamento di cui al DPR 160/2010 e senza applicazione dell’imposta di bollo di cui al DPR n. 642/1972 fermo restando che l’esonero dal pagamento del canone unico è limitato al 31 marzo 2022 e previo parere favorevole della Commissione Comunale Suolo Pubblico che ne valuterà anche le caratteristiche di decoro.

2. La suddetta agevolazione potrà essere concessa solo a coloro che saranno in regola con il pagamento dei tributi locali o in alternativa che avranno sottoscritto un piano di rientro mediante rateizzazione.

3. Di impartire medesimo indirizzo anche riguardo alle aree attrezzate ricadenti in aree demaniali marittime, previo ottenimento di tutte le autorizzazioni o atti di assenso degli enti competenti da verificare a cura dell’Ufficio Demanio, e comunque previo passaggio in Commissione Suolo fermo restando il pagamento del canone demaniale secondo le disposizioni vigenti.

4. Il Comando di Polizia Municipale è incaricato della vigilanza e di ogni attività utile a garantire il rispetto del presente provvedimento.

5. La domanda di cui al punto 1 dovrà essere presentata entro il 30 aprile p.v..