Taggia: ordigno bellico nel torrente Argentina, necessaria evacuazione della popolazione tra Arma e Riva Ligure. In Prefettura illustrate modalità di intervento. “Non prima di due settimane”

Cronaca

Si è tenuta, nel pomeriggio del 28 aprile scorso, presso la Prefettura di Imperia, una riunione di coordinamento presieduta dal Prefetto, Armando Nanei, volta ad esaminare le problematiche relative alla gestione di una bomba d’aereo da 1000 libbre, rinvenuta durante i recenti lavori di pulizia dell’alveo del torrente Argentina, tra la frazione Arma del Comune di Taggia e Riva Ligure.

Taggia: ordigno bellico nel torrente Argentina, in Prefettura illustrate modalità di intervento

Nel corso dell’incontro, esteso alla partecipazione dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, del Comando dei Vigili del Fuoco, dei Sindaci dei due Comuni interessati e del Referente Provinciale dei volontari di Protezione Civile, gli specialisti del 32° Reggimento Genio Guastatori dell‘Esercito Italiano hanno illustrato le modalità di intervento che saranno messe in atto per la bonifica in sicurezza dell’ordigno in questione.

Nei prossimi giorni si terranno ulteriori incontri ai quali saranno invitati a partecipare tutti gli attori che concorreranno alla pianificazione della gestione delle attività connesse con la bonifica, che avverrà non prima di due settimane.

In proposito si informa fin da ora che dette operazioni di bonifica richiederanno l’evacuazione della popolazione delle aree interessate dei Comuni di Taggia, in particolare della frazione Arma, e di Riva Ligure, secondo modalità che sono in via di definizione e che saranno rese note quanto prima.