Bomba a Taggia: completato il disinnesco, il bilancio di una lunga giornata. “Lavoro esemplare degli artificieri. Grazie ai cittadini per il senso civico dimostrato”/ Foto e video

Cronaca

Si è conclusa con successo l’operazione degli Artificieri dell’Esercito Italiano, 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina Taurinense, per la messa in sicurezza dell’ordigno bellico ritrovato nel torrente Argentina.

Dopo una lunga giornata di lavoro, ora la bomba è stata disinnescata e i 10 mila cittadini coinvolti di Taggia, Riva Ligure e una parte di Sanremo, dopo essere stati assistiti con grande attenzione dai volontari di Protezione Civile, Alpini, Croce Rossa e altre associazioni, possono far rientro alle proprie case in sicurezza.

Dalla sala di controllo, le autorità civili e militari, che hanno seguito minuto per minuto ogni fase della delicata operazione, del territorio hanno stilato il bilancio della giornata.

Armando Nanei, prefetto di Imperia

“È stata una giornata lunga dove abbiamo avuto modo di conoscere tante professionalità, sicuramente quelle della Brigata Taurinense, gli artificieri sono stati i veri protagonisti. Così come i cittadini di Taggia e Riva Ligure che hanno passato una giornata diversa dimostrando un grande senso civico. Faceva piacere vedere i bambini che giocavano. Tutto è andato bene. Per quanto riguarda la Prefettura e tutte le forze dell’ordine è stata una giornata positiva”.

Colonnello Alberto Autunno, Esercito Italiano

“L’intervento è stato complesso e difficoltoso, ma l’esercito è sempre in prima linea, in particolare gli artificieri delle truppe alpine. C’è stato supporto alla comunità locale grazie anche al coordinamento e la sinergia con le autorità locali sotto la guida della Prefettura con le forze dell’ordine. 

Il momento più complicato sono state le prime fasi in cui si è dovuto spostare la bomba dalla situazione delicata in cui era, a bordo del mezzo, è stata una delle fasi più rischiose. 

La spoletta di naso l’abbiamo trovata molto danneggiata dall’impatto che ha subito nel suo corso durante la seconda guerra mondiale e non è stato possibile rimuoverla con la chiave a razzo come quella di coda, quindi siamo dovuti ricorrere a una procedura più lunga ma necessaria per effettuare l’operazione in sicurezza. 

Siamo riusciti comunque a fare tutto in piena sicurezza e nei tempi previsti”.

Mario Conio, sindaco di Taggia

“È stata una giornata lunga ma il bilancio è del tutto positivo. Un grande ringraziamento al Prefetto, all’esercito e a tutte le forze dell’ordine, alla Protezione Civile e a tutti i cittadini che hanno affrontato questa sfida con grande maturità. Non è stato facile muoversi da casa, ma alla fine il bilancio è quasi di una giornata allegra, di festa, perchè l’approccio positivo che i cittadini hanno adotto ha fatto passare meglio queste ore. Non era uno scherzo. Abbiamo seguito con un po’ di preoccupazione le fasi di disinnesco della bomba. Il ringraziamento è sentito perchè non c’è nulla di banale in quello che è stato fatto oggi. C’è stata da parte mia l’onore di partecipare a un sistema-paese che non tutti comprendono ma che quando si mette in sinergia poi risolve delle problematiche molto complesso.

Nelle nostre strutture avevamo tutti i positivi registrati. Un plauso ad Asl e ai nostri servizi sociali che hanno saputo monitorare e prevedere gli afflussi. C’è stata tanta attenzione ai più fragili. In questi minuti sono già nelle loro case di riposo, i positivi anche, e tra poco lo faranno anche tutti gli altri cittadini”.

Giorgio Giuffra, sindaco di Riva Ligure

“È stata una giornata all’insegna di professionalità, solidarietà e informazione. Professionalità perchè abbiamo assistito a un’opera importante da parte degli artificieri e di tutte le forze dell’ordine che hanno collaborato, sua eccellenza il Prefetto che ha coordinato alacremente le operazioni. Solidarietà perchè tutto il mondo del volontariato, Protezione Civile, Alpini, Croce Rossa e le associazioni hanno fatto del loro meglio per non lasciare nessuno indietro. Informazione perchè tanto di questo successo di questa giornata è stato possibile grazie a voi organi di stampa che avete permesso ai nostri cittadini di essere pronti e avere quell’atteggiamento di responsabilità che era necessario afficnhè la giornata passasse in questo modo. Siete i protagonisti di questa giornata così come lo sono soprattutto i cittadini che con pazienza e responsabilità hanno aspettato per rientrare a casa”.

Giuseppe Felice Peritore, Questore di Imperia

“Non abbiamo avuto problematiche particolari. Ora ci prepariamo al ritorno della normalità per far tornare le persone alle loro abitazioni”.

Alessandra Cerri, responsabile Protezione Civile

“Oggi si sono attivati 150 volontari di Protezione Civile circa, tenendo presente che non sono stati inglobati tutti quelli che avevano dato la disponibilità perchè abbiamo fatto un controllo dei numeri, però la soddisfazione è grande perchè saremmo potuti essere 250. La provincia ha risposto molto bene”.