Imperia: inaugurata la mostra di Rotary e Notariato sui testamenti dei grandi italiani. Resterà aperta fino all’11 giugno/Foto e Video

Attualità Imperia

E’ stata inaugurata questo pomeriggio la mostra “Io qui sottoscritto. Testamenti di grandi italiani”, curata dal Consiglio Nazionale del Notariato e dalla Fondazione Italiana del Notariato, grazie alla collaborazione con il Consiglio Notarile di Imperia e Sanremo e il Rotary Club Imperia, in occasione del Festival della Cultura Mediterranea.

La rassegna ospitata all’Oratorio di Santa Caterina, in via San Maurizio

La mostra, nata a Roma per i 150 anni dell’Unità d’Italia, resterà aperta al pubblico fino all’11 giugno e racconta l’Italia da un punto di vista inedito, quello delle ultime volontà degli uomini che ne hanno fatto la storia.

In una panoramica di carte, ma soprattutto emozioni ad esse affidate, a mettersi in mostra è dunque il nostro Paese, nelle sue diverse voci, in un’ottica del tutto nuova, meno tradizionale e accademica. Non si parla, infatti, solo di aspetti politici di tanti personaggi del nostro Risorgimento, ma anche degli aspetti più intimi e personali.

Un’immagine diversa di coloro che hanno fatto l’Italia

Spiega il Notaio Franco Amadeo, presidente del Rotary Club Imperia: “E’ una mostra che è stata portata in grandi città e abbiamo voluto portarla a Imperia in occasione della Fiera del Libro durante la quale, il 3 giugno, ci sarà una conferenza dedicata ai testamenti. La mostra è interessante, perché offre un’immagine diversa di coloro che hanno fatto l’Italia e che l’hanno resa famosa nel mondo per l’arte, la cultura, la scienza e per i loro impegni morali, civili e politici. Ci sono testamenti molto brevi e altri lunghi e complessi. C’è un catalogo e il QR code per vedere i testamenti per intero. E’ importante per tutti, perché si ripercorre la storia dell’Italia fino ad oggi ed è un incito che il Rotary fa, perché tutti vengano a visitarla”.

Un’occasione per entrare nell’intimità dei grandi personaggi

Sottolinea il Notaio Matteo Gallione, consigliere nazionale del Notariato e responsabile per la Liguria: “E’ un piacere per il Notariato italiano, che ho l’onore di rappresentare, offrire questa mostra che ha avuto molto successo ed è moto curiosa, perché riporta la descrizione e la copia vergata dei testamenti di personaggio illustri, da Camillo Benso di Cavour,  a Pascoli, poeti, statisti, papi. E’ molto interessante vedere come in un documento così sacro e intimo come un testamento le singole personalità che hanno fatto la storia d’Italia abbiano affidato i propri pensieri, quelli che ognuno di noi ha nel momento in cui pensa alla fine della propria esistenza. Non soltanto il lascito patrimoniale, ma il testamento delle idee, dei sacrifici e delle battaglie. Un momento molto intimistico e interessante anche per le giovani generazioni e le scuole. Si può entrare nell’intimità di questi personaggi e non affidarsi soltanto ai libri di storia”. 

Ecco l’elenco completo dei testamenti in mostra:

Alessandro Manzoni, Gioachino Belli, Alfonso La Marmora, Giuseppe Garibaldi, Camillo Benso conte di Cavour, Giuseppe Verdi, Giuseppe Zanardelli, Giovanni Verga, Antonio Fogazzaro, Eduardo Scarpetta, Giovanni Pascoli, Gabriele D’Annunzio, Giovanni Agnelli Senior, Luigi Pirandello, Grazia Deledda, Enrico Caruso, Lina Cavalieri, Guglielmo Marconi, Enrico De Nicola, Alcide De Gasperi, Papa Giovanni XXIII, Papa Paolo VI, Giorgio Ambrosoli, Enzo Ferrati, Odoardo Focherini, Giorgio La Pira.