Imperia: aggredì la madre per estorcerle denaro, 22enne condannato a 2 anni e 3 mesi di carcere

Attualità Imperia

Due anni e tre mesi in carcere. Questa la sentenza di condanna pronunciata oggi in Tribunale a Imperia dal collegio composto dai giudici Carlo Indellicati, Marta Maria Bossi ed Eleonora Billeri, nell’ambito del processo che vedeva sul banco degli imputati un 22enne accusato di tentata estorsione e lesioni personali ai danni della madre (non costituita parte civile).

Per il giovane, difeso dall‘avvocato Cristian Urbini del Foro di Imperia, è stata disposta la scarcerazione con obbligo di firma quotidiano. Il 22enne è stato condannato anche al pagamento di 1.700 euro di multa.

Imperia: 22enne condannato in Tribunale

I fatti risalgono al novembre 2021, quando il 22enne, mentre si trovava a casa della madre, avrebbe aggredito la donna strattonandola e afferrandola con forza dalle bracca, causandole una prognosi di 5 giorni, per costringerla a consegnargli del denaro. Un episodio verificatosi già altre volte.

Durante l’esame, l’imputato si era detto dispiaciuto per l’accaduto, ammettendo l’estorsione e le minacce nei confronti dei genitori, ma negando di aver usato violenza. Una ricostruzione confermata anche dalla madre.

Al termine della requisitoria, il PM aveva chiesto 2 anni e 1 mese di carcere, mentre la difesa aveva chiesto l’assoluzione.