Depuratore, dopo i filmati pubblicati da ImperiaPost il Comune ammette: “Lavori non ancora finiti, ci sono perdite. Tubo non sostituto integralmente”/La discussione

Attualità Imperia

I lavori di sistemazione del tubo di mandata del depuratore, a distanza di quasi due anni dall’ordinanza comunale, non sono ancora terminati. È quanto emerso, questo pomeriggio durante le question-time in Comune a Imperia, per voce dell’assessore all’ambiente Laura Gandolfo interrogata dal consigliere comunale Edoardo Verda (Imperia al Centro) a seguito delle immagini subacquee, pubblicate nei giorni scorsi, da ImperiaPost. Dichiarazioni che però sono in palese contraddizione con quanto dichiarato dall’amministrazione comunale nel marzo scorso che aveva comunicato la conclusione dei lavori, con tanto di foto e comunicato stampa.

Imperia, lavori depuratore: il comune ammette, lavori non terminati, ci sono perdite

Incarica dell’esecuzione dei la ditta Marittima Service Group di Imperia. L’appalto, dell’importo pari a 160 mila euro, prevedeva “la fornitura e sostituzione della tubazione fognaria ammalorata per una tratta di 12 barre, ciascuna della lunghezza 12,5 metri di tubo“.

L’intervento dell’assessore Laura Gandolfo

“Risponderò alle domande puntualmente – ha esordito l’assessore Gandolfo – leggendole prima e rispondendo successivamente”.

Sono stati effettuati collaudi prima di riattivare l’impianto di depurazione? È stato emesso il relativo certificato di esecuzione?

“Alla riattivazione dell’impianto di depurazione sono state effettuate delle verifiche alle tubazioni e non sono stati rilevati problemi. Considerato che in tali casi risulta necessario attendere un breve periodo di passaggio dei liquidi, si è provveduto a fare una video ispezione successiva, per procedere alla chiusura dei lavori. Ad oggi i lavori non sono ancora stati chiusi, in quanto stiamo ancora procedendo ad un monitoraggio della tratta”.

Sono stati effettivamente sostituiti tutti i tubi?

“Durante i lavori sono stati eseguiti tutti i lavori necessari per sistemare i problemi del tubo di scarico e non è risultato necessario sostituire tutti i metri di tubazione. Ad oggi è in corso la contabilizzazione dei lavori eseguiti e da comunicazione della direzione lavori, l’importo da liquidare alla ditta esecutrice risulta inferiore a quanto impegnato”.

Le eventuali perdite, visibili dalle videoispezioni effettuate per conto del Comune di Imperia si trovino lungo il tratto di tubo oggetto di riparazione?

“Dalla videoispezione risulta solo una perdita nella tratta oggetto di lavori e precisamente un allentamento di un collegamento. Le altre perdite sono sulla restate parte del tubo”.

Alla ditta Marittima Service Group è stata liquidata la somma prevista? Sono state riconosciute le allerte come causa maggiore dei ritardi?

“Ad oggi la ditta non ha ancora ricevuto pagamenti, in quanto è in corso la contabilizzazione di quanto eseguito. I ritardi dei lavori, causati da problemi meteomarini non sono stati riconosciuti come fermo cantiere, ma sono state riconosciute le conseguenze come rifacimento della pista di cantiere distrutta dalle mareggiate”.

Quali valutazioni avete tratto dalle videoispezioni?

“I video sono stati visionati dai tecnici, in quanto sono stati eseguiti proprio per la verifica della condotta e dei lavori. Al termine dell’istruttoria, ogni singolo consigliere può ovviamente fare richiesta di accesso agli atti”.

Quale provvedimento è stato messo in atto?

“In seguito alla verifica da parte dei tecnici, la direzione lavori ha ordinato il ripristino delle perdite. Si precisa che in regime di collaborazione con Rivieracqua, il comune per risolvere velocemente ha dato mandato di sistemare tutte le perdite rinvenute sulla tubazione”.

L’impianto di depurazione funziona correttamente?

“La tubazione subacquea ha continue necessità di manutenzione, dovute proprio alla sua posizione e dagli agenti esterni quale è sottoposta. Come tutte le tubazioni di scarico posizionate in un ambiente di questo genere, deve essere sottoposta a monitoraggi continui, per intervenire il prima possibile ad eliminare ogni problema o rottura.

I controlli sulla qualità dell’effluente sono di competenza degli enti di controllo e non del Comune”.

La replica del consigliere Edoardo Verda 

“Non mi ritengo assolutamente soddisfatto dei contenuti della risposta. Quello che ne possiamo trarre è che i lavori si stanno ancora svolgendo e che non sappiamo se quel tubo stia funzionando o non stia funzionando. Mi pare di capire che se i lavori si stanno ancora facendo il tubo non può funzionare. Come risposta ad una question time che avevamo portato, c’era stato detto che la causa dei ritardi era dovuta alle allerte meteo marine. Ora mi pare di capire che il Comune non riconosca la ditta come causa di ritardo per quel tipo di eventi. Non capisco perché non glielo riconosciamo il giorno perso. Dalle video ispezioni c’è una contraddizione nella sua risposta. Oltre al fatto che lungo il tratto sostituito c’è una perdita dovuto ad un allentamento, evidentemente quindi i lavori non sono stati svolti correttamente. Sono stati svolti in maniera non adeguata.

Non capisco come mai sia stato ritenuto non necessario sostituire tutti e 150 metri di tubo, con il fatto che dalla videoispezione sono emerse perdite oltre il tratto di tubo sostituito. Mi viene da pensare che nel momento in cui si sostituisce il tubo, se 50 metri più avanti c’è una perdita la si nota. Non sono assolutamente soddisfatto, ritengo che questo lavoro sia stato gestito male e che stia venendo gestito peggio. Questo metodo di comunicazione altalenante con la cittadinanza non porti dei buoni frutti. Lo si vede anche nel come sono stati svolti i lavori e nelle conseguenze che ne sono derivate”