IMPERIA – LA POLIZIA DI STATO EMETTE 14 FOGLI DI VIA IN UN MESE, INTENSIFICATI I CONTROLLI CONTRO LA MICROCRIMINALITÀ / VIDEO

Cronaca Home
Da sinistra: Adriana Di Biase, Giuseppe Maggese e Giuseppe Lodeserto

IMPERIA – La Polizia di Stato di Imperia dà il via all’operazione estate sicura. Come succede da diverse anni ormai la Questura di Imperia durante il periodo estivo incrementa gli sforzi per garantire la sicurezza della popolazione anche a fronte di un incremento della stessa dovuto ai flussi turistici. A presentare i dati del primo mese di attività il Vicario della Questura Giuseppe Maggese, il dirigente della Squadra Mobile Giuseppe Lodeserto e la dirigente della squadra volante Adriana Di Biase. 

“Molte città durante il periodo estivo si svuotano ma Imperia si popola e vede l’arrivo di moltissimi turisti – ha esordito il Vicario Maggese – da parte della Polizia di Stato in questo periodo c’è un impegno particolare rispetto all’impegno ordinario. Dal 26 luglio è iniziato un intenso programma di controlli che durerà sino a settembre. Il servizio comporterà la copertura degli aspetti nocivi per quanto riguarda la sicurezza pubblica che in questo periodo particolare è la micro criminalità.

Da giugno abbiamo emesso 14 fogli di via obbligatori nei confronti di soggetti, sia stranieri che italiani, che non hanno saputo giustificare la loro presenza sul territorio e non avevano un domicilio oltre all’aver precedenti per furto e non solo.  Molti di loro sono soggetti di etnia nomade, inclini ad attività di questo tipo. Effettuiamo controlli unitamente alla polizia stradale e a quella municipale come per esempio quelli contro  l’abuso di sostanze alcoliche alla guida. Grazie al nostro personale sanitario saremo in grado di controllare i soggetti in strada con il camper o l’ambulanza della Polizia.  Noi cerchiamo di fare prevenzione e non reprimere, non vale la pena di mettere a repentaglio la vita propria e degli altri per qualche bicchiere di troppo. Dal 10 al 15 agosto ci sarà un’intensificazione dei controlli in tutta la provincia”. 

“In questo periodo si sono intensificate le attività del reparto Polmare – ha detto il capo della squadra volante Adriana Di Biase –  grazie all’impiego della motovedetta e degli acqua scooter. Siamo intervenuti anche per controllare alcuni insediamenti temporanei abusivi in zona parco urbano che si sono registrati in concomitanza con l’intensificazione dei furti in appartamento.  Durante questo tipo di controlli sono stati emessi 5 fogli di via obbligatori.

In zona Prino abbiamo controllato alcune autovetture i cui proprietari non hanno motivato la loro presenza e vendevano giocattoli senza marchio CEE (Pinguini gonfiabili). L’attività svolta in collaborazione con la Guardia di Finanza, ci ha permesso di identificare soggetti con precedenti per furti di etnia romena. Nella giornata di ieri, insieme alla polizia municipale, abbiamo identificato ed espulso due soggetti con precedenti per furto la cui automobile è stata confiscata amministrativamente perché avevano contraffatto il bollino dell’assicurazione. Inoltre abbiamo effettuato controlli nei locali della movida.

Sono, inoltre, state denunciate tre persone per un furto e per altri due tentati in abitazioni. Un agente della volante ha riconosciuto le scarpe gialle di uno dei soggetti che erano molto particolari e che erano state rubate in precedenza. Uno dei soggetti era minore e uno è stato espulso in quanto irregolare sul territorio”.

“La Polizia di Stato ha lanciato una campagna di sicurezza per gli anziani in particolare contro le truffe – afferma Giuseppe Lodeserto – purtroppo ci sono soggetti che si introducono nelle abitazioni con varie scuse come per esempio spacciandosi per un tecnico del gas e dopo una fantomatica riparazione chiedono all’anziano di turno 250-300 euro. Qualche volta ci cascano e qualche volta vengono messi in fuga. Usano le scuse più disparate: chiedono anche solo un bicchiere d’acqua. Invito le persone in caso di un minimo dubbio a fare una chiamata alla polizia. Sarebbe meglio che gli anziani che vanno presso l’ufficio postale per ritirare la pensione fossero accompagnati da una persona di fiducia come un parente o un amico”.

la Questura di Imperia lancia anche una campagna informativa a tutela degli  anziani , spesso  più esposti ai fenomeni di  criminalità rispetto al resto  della popolazione, dal titolo “ Sicuri ad ogni età” –

Dalle rilevazioni del Ministero dell’Interno emerge che, tra il 2011 e il 2013 e’ cresciuto il numero di over 65 vittime di reato: nel 2012 sono aumentate dell’8% rispetto al 2011 e nel 2013 sono aumentate del 7,8% rispetto all’anno precedente. Di contro, il totale delle vittime di reato registra un aumento più modesto (+2% nel 2012 rispetto al 2011, +1,8% nel 2013 rispetto all’anno precedente). In particolare, nel 2013, gli anziani vittime di truffa sono 13.537, quelli che hanno denunciato una rapina sono 4.405,  e gli anziani che hanno subito un borseggio sono 37.660. La Polizia di Stato ormai da anni è in prima linea per combattere e arginare questi fenomeni,  e su tutto il territorio nazionale sono divulgate    informazioni , e  consigli utili per consentire alle persone anziane di evitare i rischi di truffe, raggiri, furti e rapine.

Sono  semplici regole di comportamento suggerite per non diventare  vittime di malintenzionati in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, nei luoghi pubblici, ma anche mentre si utilizza Internet. La  campagna   “ Sicuri ad ogni età”  cui partecipa anche “ il nonno d’Italia,  il notissimo attore Lino Banfi,  si inserisce al meglio in questa filosofia che potremmo definire di prossimità.  Le occasioni di potenziale pericolo sono ovunque e, nei quattro spot della campagna  vengono indicati i ‘trucchi’ principali  messi in atto dai malintenzionati e le ‘risposte’ di prudenza da adottare.

Il primo spot è titolato “L’amico del figlio”.  In ogni spot , l’invito è a rivolgersi sempre al 113 o  alle  Forze dell’ordine  in generale,  per segnalare comportamenti sospetti e per denunciare situazioni di potenziale pericolo.

I DATI DELLE ATTIVITÀ:

Negli ultimi giorni sono state impiegate una trentina di pattuglie, controllati 10 esercizi pubblici, fermate 15 straniere dedite alla prostituzione, identificate più di 500 persone, arrestato uno straniero sul quale pendeva un ordine di custodia cautelare per reati di spaccio di sostanza stupefacente e 6 persone sono state denunciate per vari reati, tra queste 4 sono state segnalate per furto in  supermercato. A Imperia, in particolare, a seguito di numerose segnalazioni di cittadini su stanziamenti abusivi di persone senza fissa dimora e su avvistamenti di individui il cui atteggiamento destava sospetti, sono state effettuate le seguenti attività : 1) controllo accampamento di cittadini italiani senza fissa dimora che stazionavano con camper e autovetture nell’area del parco urbano e in quella circostanza sono state identificate 6 persone, con precedenti per reati contro il patrimonio, elevate 2 contravvenzioni al Codice della Strada per occupazione del suolo in area non  riservata  ai camper ed emessi 5 fogli di via obbligatori; 2) nella zona Prino sono stati identificati 10 cittadini romeni, non in grado di motivare la loro presenza sul territorio oltre che pregiudicati, uno dei quali intento a vendere giocattoli per bambini non conformi al norme  CE;  nella circostanza, unitamente alla Guardia di Finanza, è stato effettuato il  sequestro di 1500 pinguini gonfiabili, denunciato il venditore ed emessi 5 fogli di via obbligatori; 3) In collaborazione con la Polizia Municipale è stato sequestrato un veicolo non coperto da assicurazione e segnalato più volte perché notato in prossimità di luoghi dove sono stati commessi furti in abitazione ad Imperia e Sanremo; sono stati così emessi 2 ulteriori fogli di via obbligatori a carico dei due occupanti del veicolo, sui quali gravavano precedenti specifici per furto.

Sono stati inoltre denunciati 3 romeni di cui uno minore, uno dei quali è stato allontanato dal territorio nazionale,  autori di due tentati furti in abitazione e trovati con oggetti rubati in altre circostanze che sono stati riconosciuti dai legittimi proprietari e ad essi contestualmente restituiti .

Per quanto riguarda l’attività mirata al contrasto dell’abuso di sostanze alcooliche da parte di giovani frequentatori di locali pubblici, sono stati denunciati 6 turisti  minori,  per danneggiamento di  2  autovetture a seguito di una serata “brava”.

Gli agenti della Squadra Nautica dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coordinato e diretto dal Commissario Capo D.ssa Adriana Di Biase,  a bordo della motovedetta e degli acquascooter, hanno pattugliato in particolare il tratto di mare che va da Marina degli Aregai  a Capo Cervo, controllando 16 natanti e i loro 30 passeggeri e rilasciando 6 bollini blu, con i quali vengono segnalate le imbarcazioni da diporto il cui controllo amministrativo (documentazione di bordo, dotazioni di sicurezza e tassa di possesso) è risultato regolare, evitando così  ai diportisti ulteriori verifiche.

I controlli, che saranno svolti per tutto il periodo estivo anche con il concorso sinergico delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine e della Polizia Stradale,  sono volti a migliorare la vivibilità e garantire l’ordine e il decoro delle zone in cui tanti giovani, e non solo, ogni sera si ritrovano. L’obiettivo è quello di garantire la sicurezza di tutti i cittadini.