Liguria: ambiente e occupazione prosegue il progetto “EVOFOREST”. Vicepresidente Alessandro Piana. “Necessario investire sulla formazione professionale”

Provincia

Continua il progetto EVOFOREST di cooperazione interistituzionale tra Regione Liguria (capofila), Regione Piemonte, Regione Autonoma Valle d’Aosta per l’Italia, Centro Forestale della Provenza – Costa Azzurra, Centro di Formazione professionale de La Motte Servolex, il Liceo Agricolo di Poisy (ISETA) ed il Pole di Excellence Bois della Savoia per la parte francese.

Lo dichiara il vice presidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura e allo Sviluppo dell’Entroterra Alessandro Piana

“La dimensione della rete fa comprendere l’importanza dello sviluppo del settore forestale, anche in Liguria. Attraverso il confronto diventa ancora più evidente quanto sia necessario investire sulla formazione professionale, sulla qualificazione delle imprese del settore e sull’apprendistato, senza dimenticare una adeguata educazione ambientale per tutti, in particolare per i ragazzi delle scuole.

Sono i veri e propri pilastri di questo progetto partito con il mio assessorato a gennaio 2021 (termine previsto gennaio 2023), con uno stanziamento totale di quasi 1,3 milioni di euro di cui oltre 290.000 euro per la sola Liguria, che è il partner capofila.

Questo autunno abbiamo in previsione un evento conclusivo, con un convegno che evidenzi i risultati ottenuti, ma per l’occasione vorremmo portare in piazza anche la pratica realizzazione di un cantiere forestale dimostrativo: dal climbing per la gestione del verde arboreo alle tecniche di abbattimento sicuro di una pianta, sino ai lavori di ingegneria naturalistica.

Ci saranno operatori professionali, con macchine e attrezzature, per un’attività di sensibilizzazione che coinvolga anche i giovani”.