Covid: mascherine ancora obbligatorie in ospedali e Rsa, presidente Toti. “Giusto tenerle. Cessa obbligo vaccinale per medici, 263 lavoratori sanitari saranno reintegrati”

Coronavirus

“E’ evidente che il Covid di oggi sia molto diverso da quello che abbiamo conosciuto all’inizio della pandemia ed è giusto dare un segnale di ritorno alla normalità ma senza sconfessare le regole che ci hanno salvato nei momenti più cupi. Giusto quindi prorogare l’obbligo di utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa, tutelando i pazienti più fragili, come ad esempio gli immunodepressi – Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola in merito alla proroga dell’utilizzo della mascherina in ospedali e Rsa da parte del Consiglio dei Ministri che si è riunito oggi a Roma.

Covid: mascherine obbligatorie negli ospedali

La popolazione – prosegue Toti – deve essere consapevole che le persone ricoverate negli ospedali o le persone fragili nelle Residenze Sanitarie devono essere protette indipendentemente dal Covid con lo stesso principio che si adotta nelle sale operatorie in cui i sanitari adottano la mascherina al fine di evitare la contaminazione del campo chirurgico. Come Regione dunque accogliamo con positività la proroga del ministero della Sanità”.

Intanto in Liguria saranno 263 i lavoratori non vaccinati del personale sanitario e amministrativo di Asl e ospedali che verranno reintegrati.

Covid: il Bollettino in Liguria

Per quanto riguarda i dati nella nostra regione, lunedì 31 ottobre sono stati registrati 172 nuovi casi:

Un decesso, si tratta di un uomo di 79 anni spirato all’ospedale di Sanremo.