19 Luglio 2024 00:30

Cerca
Close this search box.

19 Luglio 2024 00:30

Imperia: nuova giunta, nervi tesi in maggioranza. Ecco i tre assessori nel mirino del consigliere La Monica

In breve: I tre assessori finiti nel mirino di La Monica, secondo quanto ricostruito dal nostro giornale, sarebbero Antonio Gagliano, Gianmarco Oneglio e la new entry Mattia Sasso.

Ha fatto molto discutere ieri, 26 maggio, l’intervista rilasciata al nostro giornale, a pochi minuti dall’ufficializzazione della nuova Giunta, da Davide La Monica. L’ex capogruppo di Cambiamo, rieletto in consiglio comunale con 409 preferenze e risultato tra i dieci candidati più votati, ha manifestato il proprio disappunto per la mancata nomina in Giunta e per la composizione del nuovo esecutivo. In particolare La Monica ha puntato il dito contro tre assessori, ritenuti “inidonei” e “palesemente privi di competenze“. Ma con chi ce l’aveva il consigliere La Monica?

Imperia: tensione in maggioranza per la nuova giunta. Nel mirino tre assessori

I tre assessori finiti nel mirino di La Monica, secondo quanto ricostruito dal nostro giornale, sarebbero Antonio Gagliano, Gianmarco Oneglio e la new entry Mattia Sasso, in quanto non laureati (così come Gianfranco Gaggero, però da escludere in quanto collega di partito di La Monica e vista la grande esperienza passata) e senza una preparazione politica specifica.

Per quanto riguarda Antonio Gagliano, la querelle sulla sua formazione scolastica tenne banco anche nel 2018. L’assessore alla Polizia Locale non ha mai chiarito se in possesso o meno del diploma di licenzia media. Nel curriculum pubblicato sulla pagina ufficiale del Comune non c’è una voce dedicata all’istruzione.

Per quanto concerne Gianmarco Oneglio, allo stato attuale è l’unico assessore della nuova Giunta a non aver ancora pubblicato il proprio curriculum sul sito del Comune.

Mattia Sasso, infine, che è alla sua prima esperienza amministrativa, ha conseguito il diploma superiore di ragioniere nel 2007. Nel 2019 ha partecipato a un corso di formazione politica di primo livello organizzato dalla Lega.

Un dibattito, quello sull’istruzione, destinato certamente a fare ancora discutere.

Ma La Monica non è l’unico scontento. Secondo quanto filtra dai corridoi di Palazzo Civico, infatti, ci sarebbero musi lunghi anche tra alcuni fedelissimi del Sindaco, da Laura Gandolfo, che ha dovuto digerire il cambio di deleghe e la mancata nomina a vicesindaco nonostante lo straordinario exploit elettorale (che secondo le malelingue il Sindaco Claudio Scajola non avrebbe gradito) a Simone Vassallo, escluso dalla Giunta e dirottato alla Presidenza del Consiglio.

 

 

Condividi questo articolo: