17 Aprile 2024 14:32

Cerca
Close this search box.

17 Aprile 2024 14:32

IMPERIA. VIA SANTA LUCIA, DEPOSITATA IN COMUNE RICHIESTA FORMALE RITORNO AL DOPPIO SENSO. ACCUSE AL PD E SOSTEGNO A MONTANARI

In breve: Il Comitato di via Santa Lucia ha depositato in Comune formale richiesta per il ripristino del doppio senso e ha espresso solidarietà al consigliere dimissionario del Partito Democratico Giorgio Montanari e duramente attaccato il Pd

10643319_458693124270041_2018416889_n

Il Comitato di via Santa Lucia ha depositato in Comune formale richiesta per il ripristino del doppio senso e, in una nota stampa elaborata al termine della riunione tenutasi ieri, sabato 6 settembre, ha espresso solidarietà al consigliere dimissionario del Partito Democratico Giorgio Montanari e duramente attaccato il Pd.

Non conosciamo le vere ragioni delle dimissioni del capogruppo del PD, Giorgio Montanari – si legge nella nota – ma diversi avvenimenti succedutisi negli ultimi giorni, uniti alla mancanza di conferma o smentita dell’interessato, in merito all’articolo recentemente pubblicato su Imperiapost, ci autorizza a credere che, effettivamente, il motivo che ha fatto prendere la drastica decisione a Montanari sia la discussa questione della viabilità di Via S. Lucia. In poche parole riassumiamo le vicende che si sono verificate negli ultimi due mesi.

Il 16 luglio l’ex consigliere e capogruppo del PD dichiara fallito l’esperimento di Via S. Lucia e auspica il ritorno al doppio senso. Dopo circa un mese il Comitato di Via S. Lucia, che nel frattempo aveva sospeso ogni forma di protesta nella speranza di una positiva soluzione della questione, stila un nuovo comunicato nel quale, considerato il totale silenzio seguito alle dichiarazioni di Montanari da parte del suo partito e della amministrazione tutta, dopo aver manifestato la propria stima nei confronti di Montanari, consiglia all’esponente politico, in segno di rispetto verso la propria dignità personale, di rassegnare le dimissioni dall’incarico che ricopre. Anche in questa occasione si registra un assordante silenzio da parte del Partito Democratico, che non pronuncia una sola parola in difesa del proprio capogruppo.

Il 26 agosto, ovvero 40 giorni dopo le dichiarazioni di Montanari (ritardo che fa pensare a un preciso disegno politico per far fuori il capogruppo PD) Fulvio Balestra (Imperia cambia) accusa Montanari di asserire il falso in merito al fallimento dell’esperimento di Via S. Lucia. Inutile dirlo, il PD non batte ciglio e lascia il proprio esponente in balìa delle critiche rivoltegli. Sostenere le tesi di Montanari avrebbe significato schierarsi apertamente contro Capacci, con il pericolo di vedere cadere il castello di carta, costruito con tante rinunce e compromessi, e perdere le posizioni di potere conquistate.

Seguono inevitabilmente, cronaca degli ultimi giorni, le dimissioni di Montanari.
Gli scriventi comitati, nel rinnovare la richiesta di ravvedimento da parte dell’amministrazione comunale in merito alla viabilità di Via S. Lucia (al riguardo è stata depositata formale richiesta all’amministrazione comunale di ripristino del doppio senso), intendono manifestare la loro piena solidarietà per il consigliere comunale e capogruppo PD, Giorgio Montanari, esortandolo ad incalzare gli organismi dirigenti del PD imperiese, portando avanti le convinzioni maturate in questi ultimi mesi, nella speranza che finalmente riesca a sfondare quel muro di gomma, rappresentato dai “notabili” del partito, che non può che danneggiare l’immagine di un PD che ancora si fregia, a nostro avviso indebitamente, dell’aggettivo “democratico”.
L’ intolleranza dimostrata nei confronti dei cittadini di Via S. Lucia e l’indifferenza riservata al proprio consigliere comunale e capogruppo, Giorgio Montanari, è la prova tangibile di quanto appena affermato.

Condividi questo articolo: