25 Maggio 2024 10:18

Cerca
Close this search box.

25 Maggio 2024 10:18

Imperia: il vicesindaco Fossati incontra il Comitato di viale Europa contrario al Centro del riuso. “Incontro cordiale, ma le posizioni restano differenti”

In breve: Lunedì prossimo alle 21 nuova assemblea del Comitato dei cittadini di viale Europa. Si prospetta il ricorso al Presidente della Repubblica contro la delibera del Comune

Il vicesindaco Giuseppe Fossati questa mattina ha incontrato in Comune una delegazione del comitato di cittadini di viale Europa a Castelvecchio. Al centro del contendere l’apertura del Centro del riuso, decisa dal comune e criticata dagli abitanti per la presenza di una scuola nella stessa struttura e per il traffico che si potrebbe creare in una zona già congestionata.

Lunedì prossimo alle 21 nuova assemblea del Comitato dei cittadini di viale Europa. Si prospetta il ricorso al Presidente della Repubblica contro la delibera del Comune

Per entrambe le parti si è trattato di un incontro “cordiale e dai toni educati e pacati”, ma, di fatto, le posizioni sono rimaste quelle di prima: il Comune va avanti per la strada già delineata e il Comitato ha convocato per lunedì prossimo alle 21,00 un incontro con i cittadini per decidere in merito al ricorso al Presidente della Repubblica per ottenere l’annullamento della delibera.

Spiega il vicesindaco Giuseppe Fossati: “C’è una deliberazione del Consiglio comunale e per il momento ci atteniamo a quello, pur tenendo aperta la porta al dialogo. Abbiamo avuto una sola dimostrazione di interesse da parte di un’associazione cittadina e sono in corso gli atti amministrativi per affidare l’incarico per la gestione del Centro del riuso

Ho ascoltato le lamentele del comitato, ma non credo che questo centro possa creare problemi alla zona di viale Europa. Anche altri centri realizzati in Liguria si trovano in zone centrali e distanti dai centri di conferimento e non mi risulta ci siano problemi. In ogni caso vedremo dopo che sarà avviato e nel caso potremo attuare tutti i correttivi che si dovessero rendere eventualmente necessari.

Il Comitato ha anche prospettato l’ipotesi di realizzare il Centro Riuso nell’area cani di via Artallo, vicino al centro di conferimento, ma non ci sono strutture e inoltre la zona è interessata dal tracciato di uno svincolo dell’Aurelia Bis e quindi mi sembra un’ipotesi difficilmente percorribile”.  

Spiega in una nota il Comitato dei cittadini: “Il vicesindaco Fossati ha fatto presente che la location era già prevista da tempo e che ha comportato dei lavori per i quali sono stati sostenuti dei costi e che comunque non sarà impattante per la popolazione di viale Europa e strade adiacenti. Il Comune si impegnerebbe a monitorare l’impatto ed eventualmente prendere adeguati provvedimenti per contenerlo.

Il Comitato ha ribadito che nella proposta di annullamento delle delibera erano ben evidenziati i motivi di merito per non aprire il Centro Riuso e che nessuna causa potenzialmente negativa  risulta al momento rimossa. E’ stato evidenziato che la maggior parte degli abitanti della zona, nell’eventualità che la delibera sia confermata e se ne dia attuazione, sono dell’avviso di presentare ricorso formale  al Presidente della Repubblica. E’ già cautelativamente stata aperta ed è in corso una sottoscrizione per far fronte alle spese del ricorso.

Proposto dal Comitato lo spostamento nell’area cani di via Artallo, ma per l’Amministrazione la soluzione non è percorribile

Il Comitato ha illustrato al vicesindaco una proposta di spostamento del Centro Riuso che consentirebbe di renderlo pienamente rispondente al dettato legislativo e nel contempo di realizzare una gestione più efficace. Il dottor Fossati, nel far presente che il Comune aveva già valutato la stessa location, ma che una prima analisi di fattibilità aveva dato esito negativo, si è impegnato ad approfondire la proposta, pur restando pessimista circa la possibile adozione della stessa.

Il Comitato infine si è impegnato a presentare il ricorso verso il termine di scadenza, lasciando un margine di tempo ampio, nell’interesse di entrambe le parti, per lasciare spazi ad eventuali ripensamenti ed ulteriori sviluppi allo stato non ipotizzabili. Abbiamo informato l’Amministrazione che, nella road map che ci siamo dati da oggi a metà febbraio, abbiamo previsto alcuni step di cui il primo consiste nella riunione plenaria del 22 gennaio aperta a residenti, interessati, consiglieri e stampa“.

Condividi questo articolo: