15 Giugno 2024 20:11

Cerca
Close this search box.

15 Giugno 2024 20:11

Liguria: bonus “nidi gratis”, boom di richieste. 1100 domande registrate in una sola giornata. “Un aiuto concreto ai genitori”

In breve: Grande successo per il bonus “nidi gratis” di Regione Liguria: alle 17 di oggi, primo giorno di apertura del bando, sono state 1139 le domande registrate sulla piattaforma online dedicata, mentre altre 471 richieste risultano in bozza.

Grande successo per il bonus “nidi gratis” di Regione Liguria: alle 17 di oggi, primo giorno di apertura del bando, sono state 1139 le domande registrate sulla piattaforma online dedicata, mentre altre 471 richieste risultano in bozza.

Il boom di richieste ha avuto inizio già in mattinata: a mezz’ora dall’apertura del bando, alle 9, sulla sezione dedicata al bonus nella nuova piattaforma “Bandi On Line (messa a punto da Liguria Digitale insieme a Filse) risultavano già presentate 344 domande. La maggior parte delle richieste sono arrivate da famiglie con Isee inferiore ai 30mila euro. In media, il contributo richiesto dagli utenti ammonta a 5200 euro a domanda.

“Il gran numero di domande ricevute nel primo giorno di apertura del bando è la dimostrazione di quanto questa misura fosse attesa dalle famiglie liguri – commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni TotiUna misura che vogliamo replicare anche per l’annualità 2024 – 2025, visto il grande impatto sociale che porta con sé: il bonus offre un aiuto concreto ai genitori, sostenendo la loro partecipazione al mercato del lavoro e aumentando il numero di bimbi coinvolti nei servizi dedicati alla prima infanzia. Il tutto – continua il presidente Toti – gestito in un’ottica di digitalizzazione e semplificazione, grazie alla nuova piattaforma Bandi On Line che sta offrendo un servizio veloce ed efficiente agli utenti”.

Per accedere alla nuova piattaforma, l’utente si può collegare all’indirizzo https://bandifilse.regione.liguria.it/ e scegliere se continuare la procedura attraverso il proprio browser oppure installando il collegamento alla piattaforma sul proprio dispositivo, ritrovandone così l’icona sullo schermo del proprio device, per un accesso ancora più rapido e diretto. Dopo essersi autenticati con Spid o Carta d’identità elettronica, è possibile inserire la propria richiesta con una procedura guidata che si concluderà con l’invio telematico della domanda stessa da qualsiasi dispositivo, dai pc agli smartphone.

Condividi questo articolo: