13 Aprile 2024 05:47

Cerca
Close this search box.

13 Aprile 2024 05:47

Imperia: “bollette, con la tariffa unica ci saranno aumenti significativi”. Rivieracqua scrive agli utenti annunciando rincari

In breve: La tariffa unica verrà applicata con effetto retroattivo a partire dal 2022

Gli annunciati aumenti che si potranno registrare in molti casi sulle bollette dell’acqua, legati all’applicazione della tariffa unica, sono stati anticipati agli utenti anche con una lettera di Rivieracqua, il gestore unico dell’Ambito idrico imperiese e andorese.

La tariffa unica verrà applicata con effetto retroattivo a partire dal 2022

La lettera è stata inviata insieme alle ultime bollette e spiega la situazione relativa all’applicazione della tariffa unica, annunciando anche la possibilità di studiare dilazioni per i pagamenti. L’applicazione della nuova tariffa infatti sarà retroattiva, a partire dal 2022 e molti utenti potrebbero trovarsi di fronte al dover pagare cifre molto salate.

Scrive Rivieracqua: “La nostra Società ha avuto in affidamento la gestione del Servizio Idrico Integrato dell’Ambito Territoriale Ottimale (A.T.O. ) Ovest Imperiese nell’anno 2012. Tuttavia solo recentemente si è giunti ad una gestione pressoché completa del servizio in tutto l’ambito territoriale, attraverso un lungo ed articolato percorso di aggregazione delle diverse gestioni comunali e delle società di gestione del servizio preesistenti.

Nel corso di questi anni non sempre le diverse gestioni hanno adeguato le tariffe determinando di fatto situazioni molto diseguali sul territorio. In questo percorso la nostra Azienda ha accumulato sofferenze finanziarie rilevanti causando tra l’altro l’attuale stato di crisi aziendale che stiamo cercando di superare faticosamente.

Le Autorità competenti hanno nel frattempo determinato le nuove tariffe unitarie d’ambito che si applicheranno omogeneamente su tutto il territorio, per categorie di utenza, come previsto dalle legge a decorrere dall’anno 2022. Le tariffe unitarie consentiranno di coprire i costi di gestione e gli investimenti necessari ad assicurare i servizi. Ciò assicurerà ora una gestione unitaria del servizio idrico sia in termini organizzativi che finanziari e sostituirà la moltitudine di tariffe (circa 300) ereditate dalle precedenti gestioni.

A partire dal 2024 le bollettazioni saranno calcolate per tutti gli utenti con le nuove tariffe unitarie d’ambito e si dovrà procedere ai conguagli relativi agli anni 2022-2023. Ciò comporterà situazioni diversificate anche con aumenti significativi in rapporto con le tariffe precedenti. Per quanto riguarda i conguagli ci si riserva di valutare eventuali percorsi di rateizzazione in relazione all’entità degli stessi”.

Condividi questo articolo: