16 Luglio 2024 15:24

Cerca
Close this search box.

16 Luglio 2024 15:24

Sanremo aderisce al progetto “Missione Pelagos” rivolto alle scuole: “giovani studenti diventano piccoli ambasciatori della tutela del mare”

In breve: Il progetto didattico è basato sull’utilizzo di strumenti digitali online con materiale multimediale strutturato per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Il Comune di Sanremo ha approvato l’adesione al ProgettoMissione Pelagos – Balene e delfini dei nostri mari”, ideato dall’Istituto Tethys – che da oltre 30 anni conduce ricerche sui cetacei del Santuario-, e sviluppato in collaborazione con Verdeacqua, cooperativa specializzata in campo didattico, scientifico e ambientale.

Il progetto didattico è basato sull’utilizzo di strumenti digitali online con materiale multimediale strutturato per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

“Dal momento che da anni il Comune di Sanremo aderisce alla Carta di Partenariato del Santuario Pelagos – dichiara l’assessore all’ambiente Sara Toneguttiabbiamo ritenuto di aderire al progetto, così da continuare l’impegno nell’ambito dell’educazione ambientale nelle scuole. E’ importante far conoscere alle persone che vivono nel nostro territorio il Santuario Pelagos perché solo attraverso la conoscenza possono essere instaurati interesse e rispetto verso l’ambiente marino. I giovani studenti delle scuole diventeranno “piccoli ambasciatori” di quanto appreso e cresceranno con la consapevolezza di poter incidere sul mondo, per il bene del mare. Un ringraziamento particolare alla biologa marina, dott.ssa Sabina Airoldi, promotrice dell’iniziativa, che da oltre 35 anni, con passione e dedizione, si dedica alla ricerca scientifica, in particolar modo delle balene e delfini del nostro Mediterraneo”.

Missione Pelagos” contiene quattro diverse sezioni: tre per gli alunni, differenziate per fasce d’età, e una destinata alla formazione degli insegnanti. All’interno della piattaforma è previsto uno spazio dedicato alla pubblicazione online dei lavori creati dalle classi stesse, vetrina delle attività condotte dalle scuole e della creatività degli allievi, nonché luogo di scambio anche a distanza delle esperienze maturate. Il progetto è stato ideato tenendo in considerazione sia il tipo di iniziative presenti sul territorio nazionale, sia le indicazioni del MIUR nelle linee guida in materia di educazione ambientale.

Condividi questo articolo: