25 Giugno 2024 03:40

Cerca
Close this search box.

25 Giugno 2024 03:40

Imperia: “In nome della libertà”, all’Expo Salso il libro su Silvio Berlusconi di Paolo Del Debbio. “È ancora attuale il pensiero di 30 anni fa. Su Toti? Mi sembra che da un punto di vista penalistico ci sia qualche falla”/Foto e Video

In breve: Grande partecipazione nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 17 maggio, presso la nuova area EXPO Salso a Borgo Marina, alla presentazione del libro “In nome della libertà” del noto giornalista televisivo Paolo Del Debbio

Grande partecipazione nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 17 maggio, presso la nuova area EXPO Salso a Borgo Marina, alla presentazione del libro “In nome della libertà” del noto giornalista televisivo Paolo Del Debbio. Il volume, fortemente voluto da Marina Berlusconi, che ne firma anche la prefazione, analizza i valori che hanno determinato la discesa in campo e, successivamente, la lunga stagione berlusconiana. All’interno anche gli ultimi e inediti scritti autografi del padre Silvio.

Tra i presenti, oltre al sindaco e presidente della provincia Claudio Scajola, anche Letizia Moratti (Forza Italia), candidata nel collegio Nord-Ovest per le prossime elezioni europee e Paolo Damilano candidato alle europee con Forza Italia, così come Massimiliano Salini. Alla presentazione del libro anche l’assessore regionale Marco Scajola.

Del Debbio ha dialogato insieme al sindaco Claudio Scajola sull’eredità politica di Berlusconi, su quale sia il suo lascito, ma soprattutto l’attualità del programma del 1994 di Forza Italia.

L’evento, organizzato dalla Mondadori Bookstore di Imperia di Nadia Schiavini, ha ottenuto il patrocinio e il supporto organizzativo della Città di Imperia. A moderare l’incontro è stato il giornalista Giampiero Timossi, direttore di Telenord.

Imperia: “In nome della libertà”, all’Expo Salso il libro su Silvio Berlusconi

Lo scrittore Paolo Del Debbio, avvicinato dai giornalisti presenti, ha dichiarato:” È un lavoro che mi ha appassionato e mi ha fatto tornare indietro i 30 anni, quando appunto avvenne che fu incaricato da Berlusconi di scrivere il primo programma politico di Forza Italia, aiutato da intellettuali che purtroppo non ci sono più, liberali di altissimo rango come Ricossa, come Martino, come Gianni Baget Bozzo, Piero Ostellino, insomma tutte figure di altissimo profilo.

Questo libro, che è un’idea di Marina Berlusconi, è importante secondo me perché fa capire quanto è attuale il pensiero di 30 anni fa”.

Una domanda doverosa sull’inchiesta di Genova che vede coinvolto il Presidente Toti?

Ma cosa le devo dire? Di rito si dice: lasciamo che la magistratura faccia il proprio corso. Personalmente stiamo parlando di un amico, di un caro amico, di un ex collega, come tutti voi sapete, e dal punto di vista formale devo dire che l’utilizzo della carcerazione preventiva, chiamiamola così, mi sembra che da un punto di vista proprio penalistico, in senso stretto, ci sia qualche falla.

Condivide le posizioni di riforma della giustizia in questo senso anche?

Sì, perché la questione non è Toti. La questione è quando si fa un procedimento si seguono le regole formali del diritto e cioè il garantismo o si segue un’idea ancora non dimostrata per la quale si mette in galera o agli arresti domiciliari per un preconcetto, per un pregiudizio, per un’idea che ci si è fatta prima addirittura del confronto col soggetto.

Questa è la domanda da farsi. È una domanda a cui bisogna rispondere. Ognuno risponde in modo vario. Io devo dire che esprimo qualche dubbio da questo punto di vista.

Non è che sto dicendo che io sto facendo il processo dove dico che Toti è innocente, non sto dicendo questo. Quello lo dirà il processo. Io dico che bisogna stare attenti a seguire formalmente tutti i singoli passi senza saltarne nessuno”.

Letizia Moratti, Forza Italia

“La Liguria è un territorio importante e merita di essere valorizzato in Europa per tanti motivi. Ha bisogno di avere infrastrutturazioni migliori, ha bisogno di avere valorizzate le realtà locali e parlo delle medie e piccole imprese, parlo delle attività commerciali, attività che l’Europa deve garantire con una semplificazione per non pesare eccessivamente.

Deve essere garantita per quanto riguarda una migrazione che tocca anche questo territorio, deve essere garantita per i suoi prodotti di qualità.

Il mio viaggio qua è per conoscere meglio, capire questa realtà e quindi essere poi, se sarò eletta, portatrice di queste istanze in Europa.

Sulla vicenda che ha coinvolto il Presidente della Regione Toti, che valutazione si è fatta?

Io credo che sia giusto che la giustizia faccia il proprio corso, quindi il mio auspicio è che venga chiarito tutto il prima possibile nell’interesse del presidente Toti, della sua famiglia e naturalmente di tutti i cittadini liguri.

Non teme ripercussioni però sul centro-destra per questo accadimento?

Io credo che il centro-destra si stia presentando in Europa con un programma, parlo naturalmente di Forza Italia che si presenta con un programma molto preciso di contenuti, un programma che vede mettere in primo piano la necessità di avere un’Europa che deve crescere per garantire posti di lavorobenessere, qualità di lavoro e di occupazione.

Questo è un programma che si basa sui valori di Forza Italia, che sono la centralità della persona.

Quindi sono sicura che spiegando bene il nostro programma si riesca anche a portare al voto chi magari in questo momento è indeciso.

L’Europa sembra lontana ma non lo è, l’80% delle nostre leggi è un recepimento della normativa europea, in questo momento una normativa che purtroppo per via del Partito Socialista si è squilibrata molto sulla giusta difesa dell’ambiente ma con dei tempi inattuabili perché sono tempi che pesano sulle tasche dei cittadini, quindi le auto elettriche e la certificazione delle case green.

Dobbiamo migliorare questa Europa”.

L’intervento del sindaco di Imperia, Claudio Scajola

Condividi questo articolo: