25 Giugno 2024 03:54

Cerca
Close this search box.

25 Giugno 2024 03:54

Imperia: tensioni in consiglio, l’irritazione del sindaco Scajola per le proteste. “Se continuano li buttiamo fuori” / Video

In breve: Le parole del Sindaco Claudio Scajola, catturate dai microfoni della sala, durante la movimentata seduta di ieri del Consiglio Comunale di Imperia, dopo che il pubblico presente ha applaudito al termine dell'intervento del consigliere di opposizione Ivan Bracco.

“Se lo fanno ancora li buttiamo fuori”. Sono le parole del Sindaco Claudio Scajola, catturate dai microfoni della sala, durante la movimentata seduta di ieri del Consiglio Comunale di Imperia, dopo che il pubblico presente ha applaudito l’intervento del consigliere di opposizione (Pd) Ivan Bracco.

Nel dettaglio, com’è noto, ieri la sala consiliare era gremita per via della presenza di numerosi cittadini che avevano partecipato a una manifestazione di protesta contro le maxi bollette di Rivieracqua fuori dal palazzo comunale. Non essendo riusciti a ottenere un colloquio con il primo cittadino, il gruppo si è trasferito successivamente in sala consiliare per assistere ai lavori del consesso, nella speranza che tra i punti dell’ordine del giorno ci fosse anche il tema del servizio idrico, cosa che però non era prevista.

Imperia: tensioni in consiglio, l’irritazione del sindaco Scajola per le proteste

Durante la discussione sull’aggiornamento del PUD comunale, il consigliere Ivan Bracco (PD), al termine del suo intervento, ha affermato: “Mi dispiace che il sindaco visto il pubblico presente per un problema molto grave non abbia detto una parola”. A quel punto è partito un applauso da parte del pubblico che, da regolamento, non è consentito.

Immediata la reazione del Sindaco Claudio Scajola che, rivolgendosi al presidente del Consiglio Comunale Simone Vassallo, che aveva il microfono acceso, ha affermato: “Se lo fanno ancora li buttiamo fuori”. “Gli applausi non sono consentiti – ha spiegato il presidente Vassallo siete i benvenuti in questa sala, ma non sono consentiti applausi nè fotografie”.

In quel momento la situazione è tornata alla calma, ma solo per poco. Pochi minuti dopo, alcuni cittadini, rendendosi conto che non si sarebbe parlato di acqua, hanno iniziato ad agitarsi e a gridare: “Vogliamo parlare dell’acqua. Sindaco non si nasconda, lei è antidemocratico, risponda ai suoi cittadini. Questa è mafia”. 

Essendo vietato per il pubblico intervenire durante i lavori del consiglio e per assicurare l’ordine pubblico, su invito del Presidente del Consiglio Comunale Simone Vassallo, Digos e Polizia Locale hanno accompagnato i cittadini fuori dalla sala.

“Buttateli fuori ha affermato nel frattempo Scajola – Fate sgomberare l’aula. Non possiamo fermare il consiglio”.

“Chi le ha detto di venire in questa sala e quest’oggi parlare o fare la rivoluzione ha sbagliato ha aggiunto il presidente del consiglio comunale Vassallo – Se volete preparate un foglio, me lo date e io lo consegno al sindaco e deciderà lui”.

 

Condividi questo articolo: