14 Giugno 2024 14:29

Cerca
Close this search box.

14 Giugno 2024 14:29

Ai domiciliari, evade per festeggiare il compleanno: ventenne arrestato nella notte dai Carabinieri

In breve: Portato in caserma, dopo le formalità di rito, il giovane è stato accompagnato in stato di arresto al suo domicilio dove attualmente si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito di convalida.

La scorsa notte i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Ventimiglia hanno arrestato un ventenne del posto, per evasione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Tutto ha avuto inizio intorno alle tre di notte, quando nel corso di un controllo alla circolazione stradale in via Tenda, veniva fermata un’autovettura la cui altezza dalla strada faceva ipotizzare che fosse a pieno carico.

Ai domiciliari, evade per festeggiare il compleanno: ventenne arrestato dai Carabinieri

In effetti, una volta fermata, a bordo dell’auto vi erano ben otto persone, invece delle cinque consentite, tutti ragazzi molto giovani che hanno subito mostrato i loro documenti ai Carabinieri, ben consapevoli della bravata. Tutti ad eccezione di uno che invece cercava come poteva di sottrarsi all’identificazione, approfittando del buio e della confusione del momento, ignorando però il fatto di essere stato notato proprio per primo dai militari, in quanto ben conosciuto per i suoi già significativi precedenti penali per reati contro il patrimonio.

Dopo un breve tentativo di resistenza il ragazzo, che ironia della sorte proprio oggi compie venti anni, è stato arrestato in flagranza per il reato di evasione e tra i suoi effetti personali è stato trovato anche uno scontrino attestate un suo prelievo qualche ora prima al bancomat del Casinò di Sanremo, dove verosimilmente aveva trascorso la serata forse per festeggiare il compleanno.

Portato in caserma, dopo le formalità di rito, il giovane è stato accompagnato in stato di arresto al suo domicilio dove attualmente si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito di convalida.

Condividi questo articolo: