16 Luglio 2024 15:22

Cerca
Close this search box.

16 Luglio 2024 15:22

Diano Castello: tutto pronto per la 31ª edizione del Premio Vermentino, la presentazione in Camera di Commercio. “Manifestazione di livello nazionale, vino di grandissima qualità” / Foto e video

In breve: La presentazione della manifestazione si è svolta questa mattina in sala consiglio della Camera di Commercio Riviere di Liguria a Imperia.

Come accade dal 1994, a Diano Castello è tempo di celebrazioni per il Vermentino, il bianco per eccellenza della Liguria ed una delle denominazioni più dinamiche a livello nazionale. Oltre alla Liguria, le regioni di maggior diffusione sono storicamente Sardegna e Toscana, ma nuove cantine da qualche tempo hanno iniziato a produrre, con più che soddisfacenti risultati, in Lazio, Umbria, Puglia e Sicilia. Queste sono le sette regioni rappresentate anche quest’anno al 31° Premio Vermentino, concorso che nel weekend del 13 e 14 luglio apre al pubblico con la consegna dei riconoscimenti e una serie di iniziative volte a promuovere questo prestigioso vitigno, le bellezze Paesaggistiche del borgo e altre eccellenze locali, con il coinvolgimento di esperti, artisti e associazioni.

La presentazione della manifestazione si è svolta questa mattina in sala consiglio della Camera di Commercio Riviere di Liguria a Imperia

La presentazione della manifestazione si è svolta questa mattina in sala consiglio della Camera di Commercio Riviere di Liguria a Imperia, alla presenza del presidente Enrico Lupi, il sindaco di Diano Castello Romano Damonte, il vice sindaco Massimo Calcagno, Ivano Brunengo (Fisar), Giovanni Revello (Ais) e l’organizzatore Carlo Ferraro. In collegamento il giornalista e presidente della giuria Paolo Massobrio. Per l’occasione, è stato trasmesso il video messaggio del presidente ad interim della Regione Liguria Alessandro Piana.

Grazie anche alle numerose iniziative che si svolgono in tutta Italia (quella di Diano Castello resta la più longeva, dal 1994) il Vermentino negli ultimi anni ha fatto registrare una notevole crescita sia nei volumi di vendita che nel gradimento dei consumatori italiani e stranieri: un’espansione produttiva che è stata accompagnata da un innalzamento del livello qualitativo. Così come è salito l’interesse intorno al concorso (diventato a carattere nazionale quattro anni fa), confermato dal numero di cantine ed etichette partecipanti: 60 aziende e 78 etichette nel 2020, 67 e 102 nel 2021, 77 e 119 nel 2022, 81 e 125 nel 2023, 94 (di cui 39 della Liguria) e 145 quest’anno (55 liguri). Le 145 etichette (dì cui 128 inserite nella sezione principale e 17 nella categoria “particolari e innovative produzioni”) saranno esposte nel fine settimana presso il teatro Concordia e, con la collaborazione dei sommelier FisarAis, le etichette, saranno in degustazione presso le apposite postazioni, salvo esaurimento dei campioni.

A disposizione del pubblico il calice e la relativa tasca. Nel cuore di uno dei Borghi più belli d’Italia sono previsti anche un mercatino di prodotti agricoli a km0, due visite al centro storico, un’escursione guidata, una mostra e vari appuntamenti a carattere culturale e divulgativo, grazie anche alla partnership tra Fai Giovani e Museo Civico di Diano Marina.

Parteciperanno, come di consueto, anche i Consorzi di tutela dell’Olio Riviera Ligure Dop e del Basilico Genovese Dop, insieme all’Enoteca Regionale, sotto il “cappello” del progetto Assaggia la Liguria. Una novità sarà invece Art&Wine, laboratorio artistico, che permetterà nel pomeriggio di domenica di cimentarsi con la pittura e nel mentre degustare alcune delle etichette del concorso. Oltre a quelli già assegnati dalla giuria, riunitasi un paio di settimane fa sotto la guida di uno dei massimi esperti nazionali, Paolo Massobrio, resta da assegnare ancora un premio: quello, tradizionale, della giuria popolare, i cui lavori si terranno nel tardo pomeriggio di venerdì 12.

La cerimonia di consegna di tutti i riconoscimenti, alla presenza delle autorità, è fissata per sabato alle ore 18.30. Da segnalare che in concomitanza con il Premio Vermentino a Diano Castello (piazza Matteotti) si svolge la Festa in Ciassa, una delle sagre più attese dell’estate, a cura dell’Associazione Amici del Castello. Nelle due giornate sarà in funzione il servizio di bus navetta gratuito (ore 17-23.45) con capolinea presso la fermata di via Cesare Battisti (angolo via Capocaccia) a Diano Marina e all’ingresso del borgo (piazza Quaglia) a Diano Castello.

Il 31° Premio Vermentino è promosso dal Comune di Diano Castello, con la partecipazione di Regione Liguria e Azienda Speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria, e si avvale del patrocinio di Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, dell’Associazione Nazionale dei Borghi più belli d’Italia, della Prefettura e della Provincia di Imperia. Contribuiscono alla realizzazione dell’evento Basko Supermercati (main sponsor), Verallia (sponsor), Banca d’Alba (sponsor) ed altri partner, tra cui Calizzano Fonti Bauda, acqua minerale ufficiale, e Unipol Sai Parodi Imperia. Il supporto tecnico è fornito dalle delegazioni locali delle associazioni di sommelier Fisar e Ais. L’organizzazione è curata dall’agenzia Immedia.

Alessandro Piana

“La viticoltura ligure sta vivendo un momento particolarmente positivo di espansione in termini di marketing e di penetrazione sui mercati, oltre che di produzione. anche grazie alla dinamicità delle nostre aziende e alla recente modifica delle norme nazionali sul sistema di autorizzazioni per nuovi impianti – dice il presidente ad interim della Regione Liguria, con delega all’agricoltura e alla promozione territoriale, Alessandro Piana – Non dimentichiamo inoltre il ruolo da traino del nostro settore agroalimentare e, nello specifico, del mondo del vino per il settore turistico. Un evento come il Premio Vermentino, giunto alla 31 edizione, avrà pertanto una risonanza ancor più marcata, tanto più che l’incremento delle adesioni è sostanziale, con ben 94 produttori da 7 diverse regioni italiane. Ben calibrate le diverse iniziative che compongono il programma e che intendono sempre più valorizzare le peculiarità del Vermentino in connessione con i territori di appartenenza: una vera e propria ‘poesia della terra” che si traduce in un prodotto sempre più competitivo ed apprezzato dai consumatori”.

In attesa del ricco weekend di sabato 13 e domenica 14 luglio, in cui si terranno nel borgo di Diano Castello la cerimonia di premiazione e svariate attività per il pubblico (spiccano la possibilità di degustare i campioni dei vari territori ed ammirare la mostra di tutte le bottiglie), nei giorni scorsi si sono tenuti i lavori della commissione tecnica. Impegnativo è stato il compito dei giurati, sia per la quantità di etichette da valutare, sia per l’elevata qualità raggiunta dal prodotto. Questi i nomi dei sommelier che hanno partecipato alla varie sessioni di lavoro della giuria, presieduta da Paolo Massobrio, noto giornalista e grande esperto di economia agricola ed enogastronomia: Lorena Germano, Luigia Danila Ghirardi, Cristina Silvestro, Jacopo Fanciulli, Daniele Crepaldi, Vincenzo Galati, Ivano Brunengo, Bernardo Anselmo, Giancarlo Orengo e Giovanni Revello. Le loro bio sono pubblicate sul sito della manifestazione.

Paolo Massobrio, giornalista, presidente giuria

Questo premio, destinato ai migliori Vermentino d’Italia, cresce in linea diretta con l’attenzione che il mondo della produzione sta avendo per questo vitigno — è il commento di Paolo Massobrio – E se è vero che il consumo di vini Bianchi ha ormai superato quello di vini Rossi, si può dire che il Vermentino e assolutamente fra i primi posti nel gradimento dei consumatori, per la sua immediatezza, ma talvolta anche per la complessità che sa esprimere. Un vitigno molto sensibile alle congiunture climatiche, per cui le nostre degustazioni hanno rappresentato anche una riflessione curiosa sul lavoro di una certa annata”.

Enrico Lupi, Presidente Camera Commercio Riviere di Liguria

“Come Camera di Commercio abbiamo partecipato alla riedizione ormai da qualche anno di questo splendido premio che ha una lunga storia ma ha preso un impulso recentemente di dimensione nazionale. Mi è capitato girando l’Italia di sentir parlare del premio Vermentino da parte degli addetti ai lavori e non solo, questa è una grande soddisfazione. Diano Castello diventa il centro del mondo per questo splendido vino. Mi sembra che vi sia un numero di etichette molto alto, oltre 100, che partecipano a questo concorso. È un vino di estrema qualità che è conosciuto ormai a livello nazionale, ma in Liguria questo concorso è estremamente radicato e fa premio su tutte le situazioni di carattere nazionale. Quindi grande organizzazione, grande passione civile, un bellissimo paese del nostro entroterra, Diano Castello, una grande squadra e un successo che via via cresce”.

IL PROGRAMMA COMPLETO

ESPOSIZIONE BOTTIGLIE (teatro Concordia): sabato ore 17.30-22.30, domenica ore 17-22.

DEGUSTAZIONI GUIDATE (zona teatro Concordia): sabato ore 17.30-22.30, domenica ore 17.30-22.

MERCATINO PRODOTTI TIPICI KM0 (piazza De Foresta e piazza Clavesana): sabato ore 17.30- 22.30, domenica ore 17-30-22.

SABATO 13 LUGLIO

ore 10 “Quali cambiamenti attendono il Vermentino?”, tavola rotonda a cura di Paolo Massobrio, con la partecipazione di produttori, operatori ed addetti ai lavori (teatro Concordia);

ore 17.45 presentazione del Comune di Luni, ospite di questa edizione, e degustazione del Colli di Luni Rosso Doc (teatro Concordia);

ore 18 “Alla scoperta del Castrum Diani”, visita guidata (ritrovo loggiato piazza Quaglia), a cura Ufficio Iat

ore 18.30 cerimonia di premiazione 31° Premio Vermentino, a seguire degustazione delle migliori etichette del concorso (teatro Concordia).

DOMENICA 14 LUGLIO

ore 9 “I percorsi dell’acqua del Castrum Diani”, partenza escursione guidata (ritrovo loggiato piazza Quaglia), con la guida gae e forager Laura Brattel;

ore 17 laboratorio emozionale di pesto al mortaio (piazza Clavesana), a cura dei Consorzi di tutela dell’Olio Riviera Ligure Dop e del Basilico Genovese Dop;

ore 17-19 “In vino veritas”, laboratorio didattico nell’ambito di “Nunc est bibendum! Il vino degli antichi”, a cura di Fai Giovani e Marm (piazza Clavesana);

ore 18 “Ad Armas”, dimostrazione di combattimento in abito storico, nell’ambito di “Nunc est bibendum”, a cura di Fai Giovani e Marm (piazza Clavesana);

ore 18 “Alla scoperta del Castrum Diani”, visita guidata (ritrovo loggiato piazza Quaglia), a cura Ufficio Iat;

ore 18 “Segreti e sapori dei vini liguri”, degustazione (piazza Clavesana), a cura di Enoteca Regionale e Fisar;

ore 18.30 Art & Wine, laboratorio artistico con degustazione, a cura di Eleonora Ciribeni, in collaborazione con Ais (teatro Concordia);

ore 19 e 20: laboratorio emozionale di pesto al mortaio (piazza Clavesana), a cura dei Consorzi di tutela dell’Olio Riviera Ligure Dop e del Basilico Genovese Dop;

ore 21: “Segreti e sapori dei vini liguri”, degustazione (piazza Clavesana), a cura di Enoteca Regionale e Fisar.

Info e prenotazioni

ESCURSIONE GUIDATA: tel. 349.6762020.

VISITE GUIDATE: iat@comunedianocastello.it – tel. 0183.4077271 – 338.5016787

ART&WINE TEL. 392.5251599

Condividi questo articolo: