IMPERIA – RACCOLTA DIFFERENZIATA. NOMINATI I MEMBRI DELLA COMMISSIONE SPECIALE RIFIUTI. RUSSO (M5S) COORDINATORE /DETTAGLI

Home Politica

collage commissione raccolta

Imperia – Il sindaco Carlo Capacci ha nominato, nella mattinata di ieri, i membri della commissione sulla raccolta differenziata. A coordinare i lavori sarà il grillino Antonio Russo proprio come aveva anticipato ImperiaPost lo scorso 24 luglio.

“Si comunica – scrive il sindaco Carlo Capacci – che in data odierna (martedì 7 ottobre) ho provveduto a nominare 5 Consiglieri Comunali quali referenti del Sindaco in relazione alle tematiche della raccolta dei rifiuti.

Si allega il testo del decreto di nomina :

IL SINDACO

Premesso che:
l’art. 4 della direttiva europea 2008/98 e l’art 179 comma 1 DLgs 152/2006 impongono una precisa gerarchia nella prevenzione e gestione dei rifiuti; tale gerarchia comprende al primo posto, in ordine di importanza, la prevenzione dei rifiuti, al secondo la preparazione per il riutilizzo, al terzo il riciclaggio, al quarto le altre forme di recupero e in ultimo lo smaltimento;

la raccolta differenziata indica un sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani che prevede, per ogni tipologia di rifiuto, una prima selezione o differenziazione in base al tipo, da parte dei cittadini, diversificandola dunque dalla raccolta totalmente indifferenziata; il fine ultimo della raccolta differenziata è la separazione dei rifiuti in modo tale da reindirizzare ciascuna tipologia di rifiuto differenziato verso il rispettivo sistema più adatto di trattamento, in particolare di riciclaggio;

Ritenuto che:
il giusto principio di difesa ambientale, nonché le nuove tendenze della legislazione comunitaria (la già citata direttiva 2008/98, ma anche la sua proposta di modifica (COM 2014/397), presto renderanno vietato il conferimento di materiale biodegradabile in discarica;
la circolare del Ministero dell’Ambiente Andrea Orlando emanata il 6 Agosto 2013 specifica, tra l’altro, che la cosiddetta “trito vagliatura” non e’ un trattamento adeguato al fine di prevenire o ridurre il più possibile i danni all’ambiente e i rischi per la salute umana, di quanto conferito in discarica e impone chiaramente ai gestori di discariche di ottemperare alle direttive comunitarie e nazionali dotandosi di adeguati impianti di selezione;

il D.Lgs 36/2003 impone specifiche quantità massime di sostanza biodegradabile conferibile in discarica e la nuova direttiva europea rifiuti sarà ancora più restrittiva a riguardo;

scopo finale della normativa vigente in materia di rifiuti, è quello di contenere al minimo la produzione di rifiuti e nel contempo riciclare il resto. A questo va aggiunto l’obiettivo ideale di avviare una fase di studio della frazione residua per risalire alle cause che hanno portato alla formazione del rifiuto in origine.

la forte caratterizzazione della problematica della gestione dei rifiuti nel territorio del Comune di Imperia suggerisce l’opportunità di prevedere una o più figure istituzionali cui affidare il compito di seguire in prima persona, studiare ed elaborare utili progettualità in tema di prevenzione e gestione dei rifiuti;

la presenza di referenti comunali dediti ad approfondire la problematica della prevenzione e gestione dei rifiuti nel contesto del territorio cittadino e del servizio di igiene urbana permetterebbe, mediante la ricerca e l’approfondimento, l’elaborazione di una piattaforma di studio su cui fondare le future scelte politiche e tecnico-amministrative di medio e lungo periodo nel ciclo dei rifiuti;

un’analisi dell’attualità della possibilità di prevenzione e gestione dei rifiuti in Imperia e l’elaborazione di adeguati studi di fattibilità e di progettazione preliminare costituirebbero solida base di partenza per cercare non soltanto il raggiungimento delle percentuali quantitative di rifiuto differenziato richieste dalle vigenti norme, ma anche un auspicabile miglioramento della qualità ambientale, nonché un contenimento dei costi di gestione;

Atteso che:
la sopra manifestata opportunità può trovare concreta realizzazione mediante l’individuazione di uno o più Consiglieri Comunali cui affidare il compito di approfondire il tema della raccolta differenziata, sulla base dell’attuale realtà del territorio cittadino e con particolare riferimento all’odierno servizio di igiene ambientale;
compito dei Consiglieri Comunali nominati sarà quello di analizzare ed elaborare progetti e proposte che permettano, nel medio periodo, di trovare soluzioni innovative e migliorative del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti;
i Consiglieri nominati avranno esclusivamente una funzione informativa, propositiva e di consulenza nei confronti del Sindaco in ordine ai temi ed alle problematiche del pubblico servizio di prevenzione e gestione dei rifiuti nell’ambito del territorio della Città di Imperia;
i Consiglieri Nominati non parteciperanno alle sedute della Giunta Municipale, né avranno alcun potere decisionale;
i Consiglieri cui affidare il compito meglio sopra descritto sono individuabili nelle persone del:
Consigliere Fulvio Balestra;
Consigliere Simone Vassallo;
Consigliere Riccardo Ghigliazza;
Consigliere Fiorenzo Marino;
Consigliere Antonio Russo;

NOMINA

Il Consigliere Fulvio Balestra;
Il Consigliere Simone Vassallo;
ll Consigliere Riccardo Ghigliazza;
Il Consigliere Fiorenzo Marino;
Il Consigliere Antonio Russo;

referenti del Sindaco in ordine all’analisi ed all’approfondimento della tematica riguardante la raccolta differenziata dei rifiuti che si svolge nel territorio del Comune di Imperia, ciò al fine di poter disporre di utili esperienze e conoscenze in chiave di elaborazione di futuri piani di fattibilità e di progetti destinati al miglioramento del pubblico servizio di prevenzione e gestione dei rifiuti nell’ambito del territorio della Città di Imperia;
NOMINA
Il Consigliere Comunale, sig. Antonio Russo, quale coordinatore dei Sigg. Consiglieri Comunali come sopra incaricati.