18 Aprile 2024 16:30

Cerca
Close this search box.

18 Aprile 2024 16:30

IMPERIA. PORTO TURISTICO. AVVIATO ITER INCAMERAMENTO TRA I BENI DELLO STATO. RIUNITA LA COMMISSIONE. RUFFINI: “NON SONO EMERSI PROBLEMI”

In breve: Si è riunita questa mattina la Commissione di incameramento. Il Comandante della Capitaneria di Porto Ruffini: "Entro il prossimo mese convocherò una nuova riunione. Se tutto in ordine potremmo già procedere all`incameramento"

porto di imperia

Si è tenuta questa mattina la prima riunione della Commissione di Incameramento del porto turistico di Imperia. Presenti all`incontro i rappresentanti dell’Agenzia del Demanio, della Capitaneria di Porto, nella persona del Comandante Armando Ruffini, del Provveditorato e del Comune di Imperia, nelle persone del Sindaco Carlo Capacci e del dirigente del settore Porti e Demanio Pierre Marie Lunghi.

Al termine dell’incontro è emerso un discretto ottimismo sull’iter di incameramento del porto turistico. La maggior parte delle opere (sino a pochi mesi fa, prima della decadenza, in concessione, per il 30%  alla Porto di Imperia Spa e il 70% all’Acquamare, per 55 anni), infatti, risulterebbe incamerabile, anche in tempi brevi. Non è escluso, infatti, che l’intero procedimento possa chiudersi già entro la prossima primavera.

`E`stata la prima riunione che ha avviato il percorso, in maniera di ufficiale, di incameramento dei beni, che erano in concessione alla Porto di Imperia Spa, allo Stato – ha dichiarato a ImperiaPost il Sindaco Carlo Capacci – E` un percorso complesso sotto il punto di vista burocratico. Diciamo che in questa riunione si è fatta una valutazione sommaria di tutto l`iter procedimentale. Erano presenti i rappresentanti dell`Agenzia del Demanio, la Capitaneria di Porto, il dirigente del settore Porti e Demanio ing. Lunghi ed ero presente anche io. Sarà una pratica lunga in termini di tempi. Non sono emersi particolari ostacoli, a parte qualche problematica, che credo sarà risolvibile`.

“Era un atto dovuto – ha aggiunto il Comandante della Capitaneria di Porto Armando RuffiniLa legge prevede che la Commissione venga riunita su impulso del Comandante della Capitaneria quando decade una concessione. Nel corso dell’incontro odierno si è discusso della proficuità dell’incameramento. Confermo che non ci dovrebbero essere particolari problemi nel processo di incameramento. Mancano però dei documenti inerenti la conformità delle opere. Il Comune di Imperia dovrà fornirli all’Agenzia del Demanio perché siano visionati. Entro il prossimo mese convocherò una nuova riunione con i membri della Commissione per valutare la documentazione e, se tutto in ordine, perché no, per procedere anche all’incameramento“.

Con l’incameramento tra i beni dello Stato, lo ricordiamo, i manufatti e le opere potranno finalmente essere riaffidati in concessione dal Comune di Imperia. Tali beni (moli, uffici, corpi della Stato, autorimessa e palazzine), infatti, attualmente sono al di fuori della concessione in capo alla Go Imperia.

Condividi questo articolo: